Beppe Fiorello censurato dalla Rai. Di cosa parlava la fiction

246

Beppe Fiorello censurato dalla Rai. La formula della fiction è diventata la salvezza della Rai. Dagli anni 2000, infatti, l’azienda pubblica ha gradualmente sostituito l’acquisto di film stranieri e nostrani (almeno quelli di un certo livello, poi i filmetti li acquista sempre) con la produzione di fiction. Sicuramente meno onerose. Certo, le fiction sono anche educative, trasponendo casi di cronaca, storie di personaggi legati alla cultura o alla storia, facendoli conoscere a quanti hanno bassa istruzione o leggono poco. Riassumendo quel ruolo pedagogico che aveva un po’ perso.

Tra gli attori di fiction più amati troviamo Beppe Fiorello, fratello minore di Rosario. Noto showman, fattosi conoscere ai più negli anni ‘90 con il Karaoke. E anche Beppe ha esordito come protagonista in tv con lo stesso programma, soprannominato non a caso agli esordi “Fiorellino”.

In questi anni, Beppe Fiorello di personaggi ne ha interpretati tanti. Sempre egregiamente: Salvo D’Acquisto, Daniele Barillà, Valentino Mazzola, Joe Petrosino, Giuseppe Moscati, Domenico Modugno, Gianni Maddaloni, Franco Di Mare, Roberto Mancini, Paolo Borsellino. Prima, durante e dopo tante altre Fiction, film e opere teatrali nelle quali si è sempre fatto molto apprezzare.

Tuttavia, l’ottimo Beppe Fiorello avrebbe potuto farsi apprezzare anche per un’altra Fiction, che però durante le riprese fu interrotta e mai più ripresa. Ecco di cosa si tratta.

Beppe Fiorello censurato dalla Rai. Vuoi saperne di più?

CONTINUA A LEGGERE