Elezioni del 4 Marzo: il M5S non demorde

La campagna elettorale entra nel vivo.

83

Manca poco ormai alla data che porterà gli italiani alle urne per la formazione del nuovo Governo.

I partiti politici devono cacciare fuori le unghie, soprattutto attirare l’attenzione dei giovani, i quali si dicono demoralizzati, se non proprio disinteressati alla questione elezioni, annunciando di non recarsi alle urne il prossimo 4 Marzo.

La vita politica in Italia è ormai in continuo fermento, dalla destra alla sinistra, passando per il centro e per gli estremi, i colori e gli ideali sono dei più variegati. E chi continua a fare a gomitate è il Movimento 5 Stelle, che con il suo candidato premier Luigi Di Maio, ha messo su un manifesto politico che ha l’intento di persuadere gli italiani ad avere la tanto agognata chance.

Luigi Di Maio ha tutte le intenzioni di diventare il leader dei cittadini, battendosi per migliorare la ormai satura situazione economica del nostro Paese.

Vincere le elezioni è un obiettivo, bisogna assumersi onori e oneri per il bene dell’Italia, e Di Maio vuole arrivare fino in fondo. Le ultime parole del candidato premier del M5S non lasciano posto a dubbi: “Miriamo a primeggiare con almeno il 40%, ma se ciò non dovesse avverarsi, punteremo a coalizioni trasparenti che ben si incastrano ai nostri ideali”.

Insomma la guerra tra partiti non accenna a placarsi, e gli obiettivi che i grillini mirano a raggiungere per migliorare la situazione italiana si fondano su tasse, povertà e pensioni.

Di certo il leader 5 Stelle non le manda a dire. “Non abbiamo intenzione di rimanere in un angolo a guardare, sin dalla sera del voto opteremo per le larghe intese, ma tutto fatto alla luce del sole” sono state le parole di Di Maio. Poi ha aggiunto: “anche ai collegi uninominali si rivolge la nostra proposta: che i migliori si facciano avanti”.

E nel frattempo la campagna elettorale continua, nella speranza di una buona riuscita.

1 COMMENT