L’ eterno movimento – di Sebastiano Impalà

56
eterno movimento

L’ eterno movimento – di Sebastiano Impalà


Quando il tuo sguardo
si adagia sul mio cuore
le mie parole si librano nell’aria
in una danza che non conosce fine,
in una notte di audace amore.

Ed è nell’onda di questo movimento
che scorgo spiragli d’esistenza
in un momento di stasi permanente
dove anche i fiumi fluiscono lentamente.

Così mi accorgo
di viver nuovamente
con le braccia che roteano nell’aria,
come foglie sferzate dal maestrale
nell’urlo lancinante della sera.

Vorrei toccarti
ma diafana mi appari
in questa stanza
con le luci spente
coperta solo da sottana
di pizzo trasparente.


L’ eterno movimento – di Sebastiano Impalà