I calci d’amore

Porterò a tutti, Il tuo codice morse dell’amore.

38
I calci d’amore

I calci d’amore.

Prima che nascessi
Ero un coglione arrogante
Un macho ignorante
Ma tu volevi che cambiassi
A forza di calci
Hai sciolto l’ambra
Dal mio cuore di pietra
E già eravamo amici.

Poi sei nata quell’alba
Portandomi il primo raggio
D’amore della mia vita,
La mia prima farfalla nel cuore;
Due chili e ottanta di pura felicità!
T’ho preso in braccio
Dio! quanto mi eri mancata !
Baciavo quei piedini
Ma tua mamma non capiva perché
Era il nostro segreto,
Il codice morse dell’amore.

Oggi te ne ritorni nella luce
Vittima dei droni,
Noi poveri pedoni
Sulla scacchiera del gioco
Di “chi ce l’ha più lungo”
E bacio di nuovo quei piedi
Mentre di dico addio.

Porta la tua luce altrove
Là dove più ce n’è bisogno
E se non ammazzeranno pure me
Porterò al mondo i ricordi di te
Sette anni di sorrisi e risate
Porterò a tutti, Il tuo codice morse dell’amore.


I calci d’amore. Poesia di Joe