I ladri hanno sempre ragione

Svegliati! Siamo in Italia.

107

La giustizia è a favore dei ladri.

Svegliato da un brusco rumore, avverte qualcosa di strano in casa. Si alza per controllare uscendo sul corridoio si trova faccia a faccia con una grossa sagoma scura: un uomo, un intruso, un ladro! Anzi dei ladri, perché ne sono tre, due di loro lo aggrediscono trascinandolo fino in cucina e buttandolo a terra. preoccupato per l’incolumità della moglie e dei figli, ignari del pericolo e ancora placidamente addormentati. Reagisce con la forza della disperazione, attaccando con tutto quello che gli viene a tiro. Con un calcio gli scaraventa contro una sedia, alzandosi afferra il piatto, fortunosamente lasciato sul tavolo, lo fracassa sulla testa di uno. L’altro lo colpisce ripetutamente facendolo sbattere con la schiena sul piano cucina.

Ha la lucidità di aprire il cassetto per afferrare un grosso coltello con cui lo trafigge diverse volte fino a quando non cade al suolo.

Parte alla ricerca del terzo che nel frattempo, attirato dai rumori, è tornato sui suoi passi. Deciso ad affrontarlo lo carica senza paura ma, trovandosi solo, il vigliacco fugge. Vorrebbe inseguirlo, ma viene bloccato dalla moglie che, ancora assonata, chiede cosa stesse succedendo. La luce infastidisce per un attimo gli occhi, abituati all’oscurità, scoprendo un macabro spettacolo fatto di sangue.

“Ci hai salvato!”

Esclama la donna sconvolta. Le sirene spiegate fanno svegliare anche i bambini.

“Hai chiamato tu la polizia?”

Dice l’uomo, ma la moglie sembra stupita della domanda. Lei corre ad abbracciare i figli per evitare loro di assistere ad un simile spettacolo. Intanto arrivano i poliziotti, piuttosto tempestivamente, entrano anche dei paramedici con le barelle. Dopo aver accertato i fatti arrestano il poveruomo. Uscendo fuori in manette vede l’ambulanza, al suo interno il personale medico impegnato a fasciare la testa dell’uomo colpito col piatto. Intanto quello scappato comincia ad urlare:

“È un violento, un assassino, un mostro!”

Gli agenti lo fanno salire in macchina, partendo di gran carriera.
“Perché mi avete arrestato?”
Ridono, poi quello che guida:
“Che domande fai? Hai aggredito dei ladri in casa!”
E l’altro:
“Ne hai perfino ucciso uno, credo che resterai ospite delle patrie galere per molto tempo!”
“Ma a voi chi vi ha chiamato?”

Ridono ancora di più, prima di rispondere:
“Ovviamente i ladri!”
“Ma……! Ma……!”

“Sveglia bello che siamo in Italia! Sveglia… I ladri hanno sempre ragione!”

“Sveglia! Su tesoro, sveglia è ora di alzarsi altrimenti faremo tardi.”
La moglie lo richiama nel mondo reale, era stato solo un terribile incubo! Facendo colazione racconta tutto alla signora esclamando alla fine:
“Fortuna che si è trattato solo di un brutto sogno!”
“Povero amore mio, assorto dai tuoi impegni, devi esserti estraniato dalla realtà. Succede già e forse in maniera persino peggiore che nel mondo dei sogni. Speriamo piuttosto nella buona sorte, di non esser messi in simili situazioni. Perché altrimenti, oltre ad andare in galera, non ci basterebbero i nostri averi per pagare anche il risarcimento danni!”

2 COMMENTS