Inchiesta di Report su Salvini: imbarazzanti retroscena al Sud

30

L’inchiesta di Report su Salvini dimostra che siamo come sempre alle solite. Facile parlare e promettere ma in concreto siamo sempre alle solite amarezze. Sabato 8 dicembre Salvini ha tenuto la marcia su Roma della Lega. Dal fascio al Carroccio. Dalle camicie nere alle felpe verdi. Dalla mano tesa al selfie di massa. Cambiano i tempi, non le modalità. L’assembramento in quel della Capitale e il relativo bagno di folla del leader di turno si perpetua da un secolo. E ora tocca alla Lega di Matteo Salvini, passata da anti-romana ad anti-Bruxelles.

Da secessionista a nazionalista.

Opportunismo? Evoluzione naturale? Ognuno dirà la sua verità. Fatto sta che forse per la prima volta nella storia chiaro-scura della Repubblica italiana, il partito che è al governo aumenta i propri consensi. Mentre le opposizioni addirittura calano o restano stabili. Salvini tutto sommato sta mantenendo le promesse, resta tra la gente in strada, va ancora in tv ad attaccare l’immigrazione clandestina e gli euroburocrati.

Insomma, non ha cambiato modo di fare, malgrado ora sia Ministro degli interni e, almeno in teoria, dovrebbe preservare un modus operandi di un certo stile e riservatezza. E dovrebbe chiacchierare di meno e fare di più. Ma si sa, agli italiani le promesse piacciono, perché vogliono sperare, essere illusi. La presenza praticamente settimanale da Barbara D’Urso manda non poca acqua al mulino di Salvini.

Come noto, il leader leghista sta facendo proseliti anche al Sud. Dove si pone come la speranza per il cambiamento. Quella speranza che forse i meridionali, volubili anzichennò, sembrano già aver perso coi Cinquestelle. Almeno che Di Maio e soci non portino a casa il tanto sperato Reddito di cittadinanza.

Di cosa parla l’inchiesta di Report su Salvini?

Immancabilmente, l’aumento dei consensi della Lega sta avvicinando vari “riciclati” al partito. Alcuni anche scomodi. Li ha individuati Report nella puntata di lunedì 10 dicembre. Ecco l’elenco.

CONTINUA A LEGGERE