La casa … e … il resto !!!

27

La casa … e … il resto !!!


Quando si è pensato di comprare casa, Cagliari aveva un mercato impossibile, troppo caro.
Dovevamo cercare casa non troppo lontano da Cagliari, dove avevamo il posto di lavoro.
Abbiamo optato per Quartu, dopo aver abitato anche a Selargius.
Siamo arrivati a Pizz’è Serra che era un quartiere nuovo in espansione.
Ormai ci viviamo da 32 anni. Quando siamo arrivati i palazzi crescevano come funghi. Noi siamo nel nominato “ferro di cavallo” nei palazzi di sette piani.
Palazzo di 21 famiglie e condominio di 42 perchè abbraccia due palazzine.
Palazzo dormitorio, ricordo che alle otto del mattino il palazzo si svuotava e si svuota tuttora, rimanevano solo due o tre signore che erano casalinghe.

In questi condomini non si sono stabiliti mai rapporti come quelli che esistevano quando io abitavo alla Palma.

Dopo tanti anni con qualcuno ci diamo del tu ma quasi tutto si ferma lì. La chiacchierata avviene solo con due ragazzi che comunque sono del mio ex quartiere e con poche altre persone: Luciano e la moglie….Rita, Marcella, Rosanna, Assunta.
Sono orgogliosa di aver combattuto per aver il parco di Pizz’è Serra e non un mercato con bagni pubblici. Una lotta che è durata un paio d’anni ma ha dato i suoi frutti. Comunque quel gruppo (Comitato di quartiere) si era formato per una lotta ed ottenuto il risultato si è sciolto per formarne un altro.
Comunque non esiste praticamente niente di quello che esisteva nella palazzina di Via Zeffiro. Mai visto piatti che circolavano nel palazzo nè in orizzontale e tanto meno in verticale (chi mi segue sa di cosa sto parlando!!) Ma neppure mai che si sia chiesto qualcosa….di dimenticato e utile nell’immediatezza.

I giochi nel piano pilotes non si sono mai potuti fare perchè il rumore dava fastidio a qualcuno del primo piano, eliminati i pattini, eliminate le biciclette, eliminata la palla, la fune ed infine eliminati pure i bimbi.

Una sterile nota condominiale annunciava che il parco era il luogo deputato per i giochi dei bimbi.
Per un periodo avevano messo delle panchine perchè qualcuno potesse sedersi….
Quanto è durato? davano fastidio al decoro del palazzo.
Gli anziani che si sedevano? ah…poi sono morti.
Dunque rendiamo tutto sterile e INUTILE!!

Ecco perchè poi i ricordi insistono….e diventano nostalgia, perchè il presente è privo di UMANIZZAZIONE.
Non esistono più i rapporti di una volta e ritrovarsi qui….è bello in ricordo dei tempi passati!


La casa … e … il resto !!!