Difendere la famiglia tradizionale: gli esempi della destra

Continuano a spararle grosse pur di avere qualche centinaia di voti.

124

Difendere la famiglia tradizionale. Dio, Patria e famiglia. Questo ero lo slogan della Destra italiana di una volta, quella fascista e post-fascista.

Quella che vedeva e vede la donna come una brava casalinga sforna figli senza troppe idee o grilli per la testa ed era contro divorzio ed aborto. Durante le campagne elettorali la difesa della famiglia tradizionale, quella cioè composta da un padre, una madre e figli in pieno stile Mulino bianco, fa parte del gioco.

Ma loro continuano nella strenua retorica della difesa della famiglia. E alla fine la famiglia tradizionale sono stati anche loro a sfasciarla. Berlusconi, Salvini, Meloni, Formigoni, Bindi… Ecco qual è la loro disastrosa situazione famigliare.

Ora potete ridere: la destra dice di difendere la famiglia tradizionale.

Cominciamo da Matteo Salvini. Proprio lui con tutte le sue tradizioni. Ci tiene proprio tanto alla famiglia tradizionale. Al punto che ne ha create tre. Si separa una prima volta e fa un figlio con una seconda compagna. Poi la lascia e si mette con la conduttrice Rai Elisa Isoardi. Poi la lascia ancora e si mette con una che ha 20 anni meno di lui. Chissà se farà un altro figlio anche con lei. Insomma credo che stia cercando di rispettare le tradizioni e ogni volta che non ci riesce ci riprova.

Silvio Berlusconi.

Il grande cavaliere è il maestro delle famiglie tradizionali. Ha avuto, infatti, due figli dalla prima moglie, tre figli dalla seconda moglie ed ora si da alla pazza gioia con una compagna che ha 46 anni in meno di lui. Da non dimenticare Dudù e le compagne dei bunga bunga e dell’olgettina.

Proseguiamo con Ferdinando Casini, Rosi Bindi, Roberto Formigoni, Alessandra Mussolini e Giorgia Meloni.

CONTINUA A LEGGERE se volete sapere di più su come questi politici hanno imparato a difendere la famiglia tradizionale.