Occhi di Maiella Orientale (omaggio alle donne dell’appennino abruzzese)

293

Occhi di Maiella Orientale
ove brulica fra alture innevate
il vento caldo di mezz’estate

Occhi di Maiella Orientale
bagnati dal calore argenteo d’una lacrima
che scende a valle come rugiada sulle verdi colline in prima mattina

Occhi di Maiella Orientale
di giovane donna e spighe di grano tra i capelli al vento
mentre l’eco della bellezza principesca rimbomba fra le vallate e gli altipiani

Occhi di Maiella Orientale
grandi e immensi come l’immensità d’un cielo terso
con un arcobaleno disegnato lungo le insenature e la sicurezza goliardica di giovane età.