Le re-injury del legamento crociato anteriore durante il processo di ritorno allo sport.

187

Le re-injury del legamento crociato anteriore durante il processo di ritorno allo sport. Fattori predittivi della Tampa scale of kinesiophobia.

Le risposte psicologiche dell’atleta, conseguenti ad una lesione dell’LCA, ed il successivo ritorno allo sport, sono attualmente studiate in letteratura [27,28,29,30,31,32]. Una migliore comprensione della Kinesiofobia, correlata con la chirurgia ricostruttiva del LCA, includerebbe la conoscenza dei fattori predisponenti, della sua tempistica e degli interventi terapeutici. Questa intuizione consentirebbe ad un chirurgo, di valutare meglio un paziente prima dell’intervento e incorporare tali fattori, nell’algoritmo decisionale, quando si consiglia un paziente, in merito alle opzioni di trattamento per le lesioni del LCA.

Inoltre, gli interventi deduttivi psicoattitudinali potrebbero essere incorporati nel processo di riabilitazione, che potrebbe ottimizzare il recupero e aiutare i pazienti a raggiungere i loro obiettivi di attività.

La Tsk 17, è in linea con il paradigma della PsicoNeuroEndocrinoImmunologia (PNEI) [42]. La PNEI studia le connessioni tra i principali sistemi di regolazione del nostro corpo, il sistema nervoso, endocrino, immunitario, e tra questi e la psiche. Ha come cardine lo studio dei sistemi dello stress e i contraccolpi sul benessere psico fisico che l’iperattività di questi comporta. In accordo con le recenti acquisizioni dalle neuroscienze, nei casi positivi, che non permettono una perfetta esecuzione del gesto atletico. [45] Questa, non armonizzazione, a sua volta, puòprovocare una serie di eventi, sia psicologici, che funzionali, destabilizzanti il processo di recupero post infortunio [38,39].

La Kinesiofobia può avere un impatto significativo sugli individui fisicamente attivi, considerando la percentuale di pazienti che non rientrano nel loro sport.

Concludendo, possiamo affermare come negli ultimi anni, l’integrazione del modello biopsicosociale nella riabilitazione ha ricevuto attenzione nella ricerca clinica. Implementare la valutazione dei fattori psicologici e la gestione in riabilitazione per i pazienti con lesioni muscoloscheletriche / dolore può aiutare nel processo decisionale e migliorare i risultati. Tuttavia, non è stato studiato esaustivamente se la Kinesiofobia sia associata ai livelli di disabilità fisica percepiti dai pazienti dopo chirurgia ricostruttiva dell’LCA.

Puoi leggere tutta la pubblicazione scientifica, cliccando sul seguente link:

http://oaji.net/articles/2017/1587-1543739952.pdf

Dott. Sicignano Antonio
Medico di Medicina Generale
Medico Psicoterapeuta
Specialista in Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana
Presidente comitato campania SPOPSAM
Membro Direttivo Nazionale SPOPSAM