Record mondiale di dislike. A volte per diventare famosi non servono dei like. Si può anche puntare ai “Non mi piace” no? D’altronde si dice: chi disprezza compra.

E’ il caso della canzone rap pro-governo russo prodotta dal rapper più ricco e uno dei più famosi della Russia, Timati. La sua canzone intitolata “Mosca” e prodotta in featuring con il rapper russo GUF, in 24 ore ha fatto oltre 600 mila dislike ottenendo un record mondiale. In questo momento, all’inizio del terzo giorno dopo la pubblicazione, è già arrivata a 1,3 milione di dislike (non mi piace) contro i soli 83 mila like (mi piace).

Il video su YouTube è già entrato nella Top 15 video con più “non mi piace”. Non è quindi ancora record mondiale ma ci stiamo davvero avvicinando vista la velocità con il quale i pollici bassi stanno arrivando.

Le previsioni sono, infatti, che alla fine del mese potrà trovarsi nella terza posizione mondiale, superata solo da Baby di Justin Bieber (che anche ha fatto meno dislike in 24 ore e oggi conta 10 milioni di “non mi piace”) e Rewind Youtube 2019(il video con più dislike al mondo: ovvero 16 milioni).

Ce la farà Timati ad ottenere il record mondiale di dislike?

La canzone di Timati è dedicata alla Mosca di oggi cantando di come è cambiata (in modo positivo) la Russia con il governo Putin e andando contro le manifestazioni e gli oppositori dell’attuale governo. Grazie a questo, con tutta probabilità, canzone in un due giorni è diventata la canzone russa con più dislike. Che sia sinonimo del fatto che Putin non sia in realtà così amato?

Sulle stories di Instagram il cantante Egor Kreed (di cui abbiamo parlato più volte) ha “chiamato” l’ex collega “leccaculo” scrivendo ironicamente di essere felice che è una canzone “leccaculo” ad avere un primato mondiale di dislike della Russia.

Che cosa possiamo dire per concludere? in questo momento ci lamentiamo che la ricerca di like e followers non fa bene alla società. Quindi perché non andiamo alla ricerca di non mi piace? E’ pur sempre un modo per attirare l’attenzione no?