Via della Resistenza

327
resistenza

Mi rialzo,
per non giacere
su questo fondo,
cosparso
d’odio scarlatto,
d’anime stanche.

Il cuore,
straziato,
mormora.

Quanto dolore
occhio umano non tace.
Quanta angoscia
trasuda da queste ossa.

I Numi,
impalpabili,
maledicono
lo scempio
ma ci guardano,
ci soccorrono.

Polveri
di genti
s’alzano.

Inonda l’oblio
un Armageddon di stelle.
È la riscossa
dell’umanità intera.

Lottate.
Non fermatevi.
Rifioriscono
i sogni.
Resuscitano
gaie speranze.