Biancospino, un benefico alleato per cuore e circolazione

115

La pianta del Biancospino possiede proprietà cardiotoniche e rilassanti. Scopriamo i particolari di queste virtù terapeutiche, proponendo anche un paio di tisane preparate con i caratteristici fiori bianchi.

Il nome scientifico del Biancospino è Crataegus monogyna ed appartiene alla Famiglia delle Rosacee. Per le sue numerose e aguzze spine è molto spesso usato come siepe (anche ornamentale) per delimitare campi ed abitazioni, ma cresce anche incolto nei macchioni.

La pianta del Biancospino

E’ un arbusto spinoso che può raggiungere un’altezza di 6-8 metri. Il suo fusto è diritto e ramificato; le foglie hanno una forma ovoidale o romboidale con i margini dentellati; in primavera si copre di piccoli fiori bianchi (utilizzati principalmente per preparare la tisana) raccolti in ombrelle molto profumate; i frutti sono drupe di forma rotondeggiante e si colorano di rosso quando in autunno diventano maturi.
I rami giovani spinosi (brocche) in primavera si rivestono di fiori e gemme: ne fu ispirato Giovanni Pascoli nella poesia Valentino (“come le brocche dei biancospini”).

CONTINUA A LEGGERE…