Favola: quel filo sottile fra realtà e fantasia

102

Favola: quel filo sottile fra realtà e fantasia

La famiglia dei bellissimi mici è cosi’ composta:
Perfezione è il papà,
Pazienza è la mamma,
Pibinca la figlia grande,
Pallina la piccolina.

La piccola micia è molto delicata e fragile per cui Perfezione e Pazienza vogliono il meglio per lei.

La fanno seguire dai più bravi veterinari della Contea di Quartu, Contea situata nella grandiosa Cagliari, Stato appartenente all’isola della Sardegna.
Per tornare alle vicissitudini di Pallina, pare che la gattina ogni tanto si perda con la mente ed abbia bisogno oltre che dei farmaci, anche di molto conforto, di compagnia e di continui stimoli che la proiettino per bene nel mondo felino.
Non deve perdere la sua natura di cacciatrice…

Non deve dormire troppo fra le braccia di Morfeo, deve riuscire a seguire gli insegnamenti di Micia Pazienza….

Non si stressi troppo con le fissazioni di micio Perfezione ma, continui a viaggiare in giro per le Contee di Quartu e di tutta l’Europa alla ricerca di belle esperienze insieme alla sua sorellona Pibinca.

Per Pallina i genitori scelgono una scuola per gatti che sia pubblica, dove Pallina abbia un tutor/gatta che sappia darle le dritte giuste per trovare le tracce dei nidi degli uccellini da poter visitare e non aggredire.
La gatta/tutor le insegnerà come scansare i pericoli della vita da altri animali più forti e cattivi.
Pensano Perfezione e Pazienza di aver messo Pallina nelle mani giuste.
Poi un giorno Pazienza si trova nella scuola di Pallina senza avvisare…..
Trova la sua gattina fuori dalla club house, con un banchettino isolato e lontano dagli altri compagni mici.

Alla faccia dell’inserimento e dell’integrazione nel mondo dei mici…..pensa Pazienza…..

Miagola, miagola tanto….è indignata Pazienza perchè chi doveva guidare nel percorso giusto la sua Pallina ha approfittato invece della sua debolezza.
Quel giorno…..Micia Pazienza non ebbe per niente pazienza….ed i suoi miagolii arrivarono nell’ufficio del Grande Capo Felix, la piu’ alta carica felina del luogo.
Non se ne faceva una ragione Pazienza ma, le sue rimostranze in difesa dei mici deboli, sarebbero servite per aiutare tutti se indirizzate nel veicolo informativo serio.
Si parlò, con i gatti “giusti”….si scrisse nel giornale locale dei gatti….
Giusta risonanza per una giusta causa.

Da quel giorno micia Pazienza venne definita “una rompiscatole” nell’ambito educativo felino ma lei se ne e’ sempre fregata delle etichette.
Ora Pallina…corre gioiosa nelle tegole dei villini de Is Meris della Contea di Capitana.
Ha imparato a saltellare con maestria, sa arrampicarsi negli alberi degli ulivi del residence dove vive, sa da chi farsi coccolare e da chi stare alla larga…..
Felice? Speriamo!
Guarita? Non disperiamo!
Perfezione e Pazienza? Esauriti persi!
Pibinca? Sempre in cattedra…nella vita scolastica e mamma magistrale….in quella reale!!!

Favola: quel filo sottile fra realtà e fantasia