Lettera a mio figlio … Perdonami non mi sentivo pronta

229
lettera a mio figlio

Lettera a mio figlio

 

Caro e dolce mio angelo,

inizio a scriverti come davvero voglio. Guardo il celo e prendo carta bianca, e con  una matita in mano inizio a scrivere. Mi sento davvero triste, i dolori mi divorano, ma io tengo duro…per te! Oggi ho capito di quanto ti desideri. Ti voglio più che mai! Perdonami…non mi sentivo pronta, avevo solo paura. Vorrei averti qui con me, sentirti dentro di me. Vorrei stringerti tra le mie braccia sentendo il tuo cuoricino battere, sarà la musica più bella che io abbia sentito! Ogni giorno il mio pensiero va a te, che aspetti di arrivare… ed io sono così triste per non riuscire a vederti. Mi manchi. I miei occhi immaginano te, che coccoli tuo padre e che accarezzi la sua barba, e lui con il suo sorriso ti bacia. Mi fa male chiedere alle altre persone quello che si prova, quello che vive. Non riesco ad accontentarmi di immaginarlo.

Mi fa male guardare lo sguardo di tuo padre, e vederlo triste, amaro, ma sai, tuo padre è già un super papà anche se tu ancora non lo sai. Mi rende felice, mi fa sentire importante, mi rispetta, mi ama. Ho tutto, manchi solo tu! Il cuore reclama speranza…speranza e amore per te dolce amore mio. E poi quando quella speranza va persa, i nostri cuori si trasformano in carbone, le nostre lacrime ci tagliano il viso, e riusciamo a sentire di perderti anche se non ti abbiamo ancora avuto. Forse è anche una dura scelta, forse egoista, nonostante il mio mostro che mi divora. Ma io credo in te, continuo a credere in te, perché è quello che mi fa lottare ogni giorno!

La tua Mamma


Lettera a mio figlio … il mio angelo. Perdonami non mi sentivo pronta

Testo di Santina Scaglione

Previous articleLettera alla madrina
Next articleIl canto di pace
BIOGRAFIA Scaglione Santina, sono nata a Patti, in provincia di Messina, il 24/01/1989. Aspirante scrittrice, poeta, racconti di fiabe. La mia ispirazione: scrivere tra il verde, nella quietudine. Ho trascorso la mia infanzia a San Piero Patti, a Urgeri, una piccola contrada del paese, all’aria aperta, nel verde delle montagne. Ho frequentato a San Piero Patti, l’asilo, le scuole elementari , e medie; a Patti mi sono diplomata in perito commerciale. Due mesi dopo del diploma, diventata titolare di un negozio di alimentari a Braidi, comune di Montalbano Elicona, (S. & F. ALIMENTARI), attivo ormai da otto anni. Nel 2014, mi sono sposata, trasferita a Librizzi, pochi chilometri dal paese natale. Nel 2004, ho scritto delle poesie e poi pubblicate nel Gennaio 2006, numero 16, nel giornale “CIVITAS, La voce di San Piero Patti, a cura dell’Associazione socio-culturale “UNA SCELTA PER IL TUO FUTURO”. Pubblicato il mio primo libro "LA FORZA DELLA VITA" a settembre 2016, dedicandolo alla mia famiglia , Papà Agostino, Mamma Franca, Sorellina Chiara, e a mio marito Fausto, che mi hanno sempre sostenuta, e dato la forza di vivere! Lo dedico anche a chi ha stima di me. A chi mi ritiene un'amica. A chi mi vuole bene. A chi di tanto in tanto mi pensa. A chi mi dà buoni consigli. A chi mi dà la forza, per andare avanti. A chi mi sopporta e mi accetta così come sono.