Miele: ecco i più rari e pregiati utili alla nostra salute

327

Scopriamo quali sono i migliori mieli, poco conosciuti ed abbastanza rari, che possiedono proprietà benefiche preziose per il nostro organismo.

Molte persone, quelle che amano uno stile di vita naturale, hanno adottato l’abitudine di consumare i migliori mieli, quelli che apportano effetti benèfici all’organismo.
Il miele, prodotto naturale per eccellenza, è sempre di più rivalutato dal mondo scientifico per le sue proprietà dietetiche ed anche terapeutiche, probabilmente non ancora bene conosciute.

Molti sono i tipi di miele, come quelli di acacia, abete, arancio, erica, eucalipto, timo, tiglio, ecc.; ognuno di questi ha effetti terapeutici diversi. I migliori mieli, i più pregiati dal punto di vista curativo, sono senz’altro il miele di Manuka, il miele di Biancospino ed il miele di Ulmo. Del primo e del secondo abbiamo già parlato, del terzo prensentiamo di seguito, in modo approfondito, caratteristiche e proprietà.

Ecco un elenco di alcuni tra i migliori mieli curativi

Forse sono meno conosciuti di altri e non semplici da trovare, ma possiedono notevoli proprietà terapeutiche.

Miele di Ulmo

Il miele di Ulmo è simile a quello di Manuka. Il primo è di origine cilena, il secondo della Nuova Zelanda. Sono ambedue potenti antibatterici e si comportano in modo più efficace rispetto ad alcuni antibiotici sintetici.
L’Ulmo è un albero sempreverde, in grado di raggiungere un’altezza di 30 mt. Il suo nome scientifico è Eucryphia cordifolia ed appartiene alla famiglia delle Eucryphiacee.

Cresce naturalmente lungo la cordigliera Andina dell’Argentina e del Cile. Nella stagione primaverile ed estiva, sull’albero crescono molti fiori bianchi, contenenti un nettare pregiato ed aromatico, raccolto da api importate dall’Europa, che poi viene lavorato e immesso sul mercato come miele di Ulmo.

CONTINUA A LEGGERE…