Tè Kukicha: caratteristiche, proprietà benefiche e come prepararlo in casa

163

Il tè Kukicha, proviente dal Giappone, è un tipo di tè verde “naturalmente deteinato” e possiede diverse proprietà benefiche. Scopriamo quali sono e come si prepara con i rametti.

Il tè Kukicha, come tutti i tipi di tè, proviene da una pianta, la Camellia sinensis, originaria del Sud e Sudest Asiatico ed oggi coltivata nelle Regioni Tropicali e Subtropicali di tutto il mondo.
Le diverse varietà di tè (nero, verde, bianco, blu) non derivano quindi da piante diverse, ma semplicemente da metodi differenti di lavorazione. Molto dipende dall’età della foglia al momento della raccolta, perché il contenuto di sostanze chimiche cambia con la maturazione.

La Camellia sinensis

E’ la pianta i cui germogli e, soprattutto le foglie, sono usati per produrre il tè.
Esistono svariati tipi di tè, tutti prodotti appunto da questa pianta, che si differenziano tra di loro soltanto per i metodi di lavorazione delle foglie e di altre sue parti.
Il suo nome scientifico è Camellia sinensis ed appartiene alla Famiglia delle Theacee.

La Camellia sinensis è un arbusto che può superare anche i 2 mt di altezza, con foglie acuminate e margini dentati di colore verde-chiaro lucente (ricordiamo che una foglia fresca contiene circa il 4% di caffeina); i fiori sono piccoli, bianchi o gialli ed hanno molti stami giallo-oro; è una pianta originaria del Sud e Sudest Asiatico, ma oggi è coltivata in tutto il mondo, soprattutto nelle regioni Tropicali e Subtropicali.
Di solito sono le foglie più giovani che vengono raccolte per produrre il tè. A seconda dell’età della foglia si hanno qualità di tè diverse: infatti, con la maturazione, la composizione chimica può subire dei cambiamenti.

CONTINUA A LEGGERE…