Orologi da polso: se non funzionano, ecco come aggiustarli

16

Se il tuo orologio da polso non funziona, non è necessario buttarlo via e cambiarlo subito con un altro più nuovo. A volte questi oggetti hanno per noi un valore affettivo. Ecco come aggiustarne uno.

Potrebbe sembrare una cosa assai difficile, pensandoci un attimo. Chi sta leggendo questo articolo molto probabilmente non fa l’orologiaio di professione ed è quindi conscio di essere privo delle conoscenze basilari su questo strumento meraviglioso. Per riuscire ad aggiustare una cosa, prima di tutto bisogna prima conoscerla. È quantomeno indispensabile comprenderne il funzionamento.

Gli orologi sono accessori strumentali (servono a indicare il tempo) composti di parti meccaniche, ossia degli ingranaggi incastrati tra loro in maniera da muovere le lancette. Alcune di queste parti, poi, sono piccolissime, tanto da poter essere prese e collocate soltanto con appositi attrezzi.

In alcuni casi, però, riparare un orologio potrebbe risultare un’operazione piuttosto semplice, sicuramente più facile di quanto non si pensi. Dipende dal tipo di guasto. Con i consigli giusti il tuo intervento sarà così mirato e farai funzionare il tuo accessorio preferito.

Trovare le informazioni giuste non è facilissimo nemmeno su Internet:uno strumento fantastico ma che a volte diffonde stupidaggini. Per fortuna anche nel campo degli orologi ci sono delle ottime eccezioni:esiste per esempio un blog molto ricco è cronotop.it.

Al suo interno potrai trovare tanti articoli interessanti e anche recensioni dei migliori orologi presenti sul mercato come i Breil Vintage e tanti altri.

Aggiustare un orologio da polso in poche semplici mosse: attrezzi e consigli utili

Innanzitutto, quando si compie un intervento è importante avere a disposizione l’attrezzatura giusta. Come dei provetti medici chirurghi, anche noi non possiamo permetterci di fare le cose a caso, non se vogliamo ottenere un buon risultato. E allora ecco quello di cui devi disporre immediatamente:

Monocolo (come ho scritto prima, alcune parti dell’orologio sono talmente piccole che è quasi impossibile prenderle, sicuramente sono molto difficili da vedere a occhio nudo e riconoscere)
• Spazzola con delle setole morbide
Cacciaviti, ma non di quelle classiche (gli orologiai dispongono delle loro apposite)
• Olio per lubrificare
• Macchina lavatrice
Tutte queste cose (ti spiegheremo tra poco come usarle) servono essenzialmente per riparare quasi ogni tipo di orologio, il quale è composto da tre parti principali:

La cassa, che è la parte esterna, ossia l’aspetto o meglio la “pelle” dell’orologio, e può essere fatta con materiali diversi, tipo svariati metalli preziosi
Il quadrante, che è la faccia, la superficie sulla quale scorrono le lancette e sono incisi o incassati i numeri (arabi o romani)
• Il meccanismo interno protetto dal cosiddetto “fondello”
Per aggiustare un qualunque tipo di orologio la prima cosa da fare è aprire con attenzione la parte esterna che come abbiamo visto si chiama cassa:nel caso in cui non si apre con il classico meccanismo definito a scatto, ci sarà bisogno della chiave apposita.

Il meccanismo dell’orologio si trova sotto il fondello: a questo punto le operazioni da fare saranno due. In primis bisognerà togliere la coroncina dall’albero e direzionarla all’esterno:per farlo nel migliore dei modi si dovrà estrarre con attenzione il tiretto.

Altra cosa da fare sarà estrarre il movimento dalla cassa usando gli idonei cacciaviti e che sono usati soprattutto dagli orologiai. Arrivati a questo punto bisognerà lavare tutti i pezzi dell’orologio con il liquido detergente e usando una particolare spazzola a sete morbide e poi si dovrà capovolgere l’orologio e togliere la macchina.

Infine bisognerà capire il tipo di guasto e in che componente dell’orologio si trova, per poterlo sostituire, per poi rimontare tutto ma lubrificando prima tutti i meccanismi.