Risvegli

107

La ragazza carina e dolce

o quella solitaria e affascinante

aspetta, aspetta! Ora scelgo a chi somigliare…

vendiamo ritagli di giornale in cambio d’ amore

Ma ora che il mondo è andato a puttane che ne facciamo dei nostri fantocci?

Ora che ci hanno messo le mani in tasca

Ora che una brutta reclame ha sostituito il carosello

Ora che abbiamo un motivo in più per odiare

Ora che per l’ennesima volta non vogliamo imparare

Che “prima le nostre paure”

Che l’amore è inutile

Ora che stiamo finendo i viveri

Ora che abbiamo sete…

Io non voglio bere da una fonte avvelenata

Ora che l’inadeguatezza è motivo d’ orgoglio .

Finalmente!

Ora…mi ricordo di chi cantava…

Dal letame nascono i fior…

Ce lo aveva detto ma che ne sapevamo noi

Che ne sapevamo dei fiori

Pensavo di sprecar tempo leggendo fondi di caffè,

giocando coi granelli di sabbia

contando le gocce dell’Oceano

Pensavo di sprecar tempo…

Ma il mio corpo già me lo diceva :

Tu li non c’entri

è troppo piccolo

e non per superbia,

ma per leggi fisiche

Il mio corpo è flessibile ma se cerco di incastrarlo si consuma

artrosi,

esco,

sbadiglio,

mi sveglio.

—————

Risvegli poesia di Aurora

2 COMMENTS