Vendi o acquista da privato… ma fatti aiutare!

37

Consideriamo il fatto che se vendi/acquisti, lo fai per motivi validi: la famiglia si allarga, hai cambiato città in cui vivi, hai forse ereditato un immobile che non riesci o non vuoi mantenere… qualunque sia la tua motivazione, sei davanti ai mille problemi che pone questo passo importante. Non ultimo il fatto che se ti affidi alle agenzie immobiliari, dovrai mettere in conto la loro provvigione. Scrivo con conoscenza di causa, a proposito. Non sono una “pulzella” e ho il mio bell’attestato del corso per agente immobiliare (oltre a una ben più pesante laurea in Economia), ma mi sto rifiutando di dare l’esame per l’abilitazione, perché nel frattempo ho provato a collaborare con agenzie immobiliari. Allontanandomene. Anche perché io ci tengo ad aiutare veramente le persone. Come ho fatto con il primo dei miei tre figli, la ragazza del terzo, mia madre, mio marito… e naturalmente me stessa! continuo?

Purtroppo penso che tutti siano come me, ovverosia che pretendano di non venir presi in giro. Che siano informati di tutto e con correttezza.

Che non gli sia fatto perdere tempo, se acquirenti, a visitare beni improponibili in posti che definire improbabili è riduttivo. Che in caso di vendita non gli si dica: “ho trovato l’acquirente, corra in agenzia” e poi vedi un’offerta che neanche se fossi con l’acqua alla gola accetteresti. Potrei continuare ma spero di aver dato un’idea. Allora, che fare? Farsi aiutare da qualcuno che non cerca clienti per professione, ma che lo fa con spirito (quasi) da volontario. Stanno nascendo varie realtà nel settore… una potrei essere io. Come ho già fatto aiutando a vendere una mia amica, che si è fidata ed è rimasta soddisfatta, come ho fatto per me stessa. Ripeto, bisogna saper consigliare con cognizione di causa, conoscere la legge, ecc. Se cercate bene, potete anche fare da soli, ma fatevi un bell’elenco di tutti i documenti ed i passi necessari. Se vi interessa, scriverò ancora sull’argomento.

Previous articleDanzando sulla sabbia di Sebastiano Impalà
Next articleFesteggiare per celebrare
Che dire su di me? Quadrupla personalità (gemelli ascendente gemelli), volubile, incostante, eclettica, curiosa, avida lettrice un tempo, ora traviata dal mezzo elettronico. Banale vita se guardata dal di fuori, ma personalmente molto felice di esser riuscita a mantenere vivo e palpitante un rapporto amoroso iniziato a vent'anni e arrivato ai 31 di matrimonio; di aver "tirato su" tre figli maschi che sono riusciti a passare attraverso l'adolescenza e ad arrivare all'età adulta con lo stesso entusiasmo di quando erano piccoli; di aver goduto personalmente dell'amore di nonni e bisnonni. Di esser riuscita a far conoscere a mia nonna il suo trisnipote. Nel frattempo, adoro scrivere. Ho collaborato con una testata online (esser remunerata per fare ciò che ami non ha prezzo) che purtroppo è scomparsa causa Covid, ma vorrei continuare, anche gratuitamente, perciò eccomi qui!!