Volete sapere la verità sul ponte Morandi? Sono passati due anni dal terribile 14 Agosto 2018 e a mio modesto parere la verità non è mai stata portata a galla.

La Robofilia militare ha fatto saltare il ponte Morandi

Militari dei poteri forti e armate segrete di organizzazioni non governative deviate, come quelle che conoscevamo negli anni di piombo, sembrano essere ancora attive. Così vale anche nel caso del crollo o dell’attentato non ancora rivendicato, al ponte genovese Morandi. Il governo italiano aveva pubblicamente dichiarato di essere contro l’Unione Europea, contro la moneta unica e a favore di una uscita dall’Europa e a favore della revoca delle sanzioni contro la Russia. Per questo la S.E.C. (Securities and Exchange Commission) e la NATO rispondono con attentati mascherati come quello già avvenuto alla stazione di Bologna (di cui ancora oggi non si conoscono i responsabili).

Attentato che lo storico svizzero Daniele Genser attribuisce non alle brigate rosse ma bensì ad agenti del servizio segreto Sismi. Lo scopo era bloccare lo strapotere crescente della sinistra dell’epoca. Il tutto era coordinato dalla Loggia P2 e dal Gladio, milizia segreta della Nato.

ECCO L’INFORMAZIONE ANTICENSURA DI CRONACA INTERNAZIONALE che aspettavate da tempo (non da giornalisti italiani, ma da giornalisti internazionali ANTICENSURA). Al link seguente troverete un video della tv tedesca del 18.08.2018 che vi illustrerà tutta la verità sul ponte Morandi.

https://www.klagemauer.tv/12875

Un ingegnere civile in pensione e specializzato nella costruzione di ponti ha informato il portale internet tedesco che il crollo del ponte Morandi potrebbe essere causato da un esplosione. Di seguito le sue parole:
“Ho trovato solo un video del web che mostra effettivamente parte del crollo. Tale video è stato diffuso da un certo Daniele di Giorgio. Nei primi secondi compaiono due lampi di luce dall’area di base del pilone. Poi il pilone cade e dopo pochi istanti già non c’è più nulla. Ciò che si nota è che dopo qualche secondo la strada non c’è più ma solo il pilastro. Il campo di detriti indicherebbe una esplosione perché il cedimento di una parte del ponte non può portare al cedimento generale del pilone. Quando la strada era crollata il pilastro era addirittura sgravato. Senza un esplosione non sarebbe mai crollato completamente.”

Qual’é dunque la verità sul ponte Morandi?

Secondo la Repubblica in molti avrebbero visto un violento fulmine prima del crollo. Proprio per questo in molti suppongono che la causa del crollo sia proprio il fulmine. Anche in questo caso un esperto di costruzioni ha comunicato al giornale tedesco Welt che non ha mai sentito alcun caso al mondo in cui un fulmine sia capace di distruggere costruzioni di tale portata.

In sostanza la teoria è che gli stralli e la strada erano già crollati e solo un esplosione avrebbe potuto far crollare anche il pilone. L’esplosione sarebbe la causa dei lampi di luce scambiati come fulmini.

Dall’11 settembre 2001 sappiamo quanto perfetta sia la robofilia militare psicotronica dei think tank. Non facciamoci abbagliare e distrarre dall’ingegneria del consenso e controlliamo meglio chi non ha interesse che l’Italia esca dal Euro e dall’Europa.

https://youtu.be/0zGnHFK8rCo

verità sul ponte MorandiPer chi vorrebbe approfondire la tematica della ROBOFILIA in generale, in esclusiva per tutti i lettori di BombaGiù, un e-book di pubblico dominio, cultura libera e scienze comuni Italia <GRATUITO PER TUTTI>. Edizione 2018 di COSMO GANDI.

Clicca semplicemente sul link, per la versione gratuita e scaricabile in pdf. (E-BOOK).

Robofilia segreta
Primo sito della storia sulla Robofilia …
www.ROBOFILIA.webnode.it