Alito cattivo: le 8 migliori tisane per curarlo con rimedi naturali

Si può curare l’alito cattivo naturalmente se non sono presenti patologie serie.

242

L’alito cattivo può essere causato da diversi fattori. In assenza di patologie serie, può essere curato anche con i rimedi naturali. Scopriamo quali sono le 8 tisane migliori per combatterlo.

Quello dell’ alito cattivo (o alitosi) è una condizione imbarazzante in cui versano molte persone: è un disturbo fastidioso sia per chi ne soffre sia per chi ne deve sopportare le malsane esalazioni. Per cui, per condurre una vita serena e normale, è necessario curarlo.

In genere, l’alito cattivo non è una vera e propria patologia, perchè la causa potrebbe essere ricercata semplicemente nei batteri presenti in bocca; questi trasformano i residui alimentari in rifiuti maleodoranti, i cosiddetti cvs (composti volatili solforati), responsabili appunto del cattivo odore. Con una buona igiene dentale ed un aiuto naturale il disturbo può essere risolto.

Ma, a volte, potrebbero essere presenti problemi più seri, da non sottovalutare, per esempio di natura dentale e gengivale, nasale, polmonare, digestiva, gastrointestinale. In questi casi occorre intervenire alla fonte e curare le varie patologie con la medicina tradizionale.

Tuttavia, si può curare l’alito cattivo naturalmente se non sono presenti patologie serie.
Per problemi minori si possono utilizzare metodi naturali, come, per esempio, le tisane. Alcune di queste possiedono proprietà aromatiche e antisettiche molto efficaci per combattere i batteri, igienizzando la bocca ed il cavo orale e rendendo l’alito fresco e profumato.

E’ chiaro che le tisane non devono sostituire la corretta igiene orale: occorre sempre spazzolare i denti, usare il filo interdentale, usare possibilmente il colluttorio. Curare l’ alito cattivo significa anche non fumare e non bere alcolici, che sono i responsabili della distruzione del pH della bocca e, di conseguenza, della proliferazione dei batteri.

CONTINUA A LEGGERE…