Il Coronavirus è mutato? Continua a preoccupare il focolaio del mercato del pesce a Pechino. Sono ormai 251, infatti, i contagi nella capitale cinese registrati negli ultimi 5 giorni, dei quali 194 avevano visitato il mercato del pesce. 38 sono stati contagiati da persone che avevano visitato il mercato, 9 non affiliati a quel mercato e 10 casi importati. Nelle ultime 24 ore vengono registrati altri 50 contagi (ieri 57) di cui 38 a Pechino, i restanti 12 sono stati registrati a Shanghai (+6), Tianjin (+4; collegati al focolaio di Pechino) e Jilin (+2).

Coronavirus in Cina

Il coronavirus è mutato?

Inoltre le autorità cinesi hanno comunicato che esiste una forte probabilita che il coronavirus sia mutato. Questo anche perché la situazione è la piú aggressiva sin dall’inizio della epidemia con 9 ricoverati già in terapia intensiva (dei 251) e sono passati solo 5 giorni.

In totale la Repubblica Popolare Cinese (incluse Hong Kong e Macao) ha registrato 85.378 malati COVID e 4.698 decessi ed è l’undicesimo paese al mondo piú colpito.

Aggiornamenti da Hong Kong

coronavirus è mutato

Oltre alla Cina continentale, anche a Hong Kong (RPC) vengono registrati numerosi nuovi contagi. Probabilmente a causa della rispresa delle proteste anti-Pechino. Nelle ultime 24 ore vengono segnalati 8 nuovi contagi ad un totale di 1.154.

Coronavirus: cosa succede in Brasile

coronavirus è mutatoUn’altra giornata nera in Brasile, dopo il calo dei giorni precedenti. Il 17 giugno viene registrato il picco record di 35.518, ieri 31.729 e un cifra record di 1.304 decessi. I tamponi totali al COVID-19 sono solo 1.402.819 con ben 910.257 positivi. Attualmente è il secondo paese piú colpito. Il Brasile uscirà dalla quarantena il 19 giugno, una decisione molto discutibile dal momento che stanno finendo i posti per seppelire i morti.

Stati Uniti d’America

In USA nelle ultime 24 ore sono stati registrati 19.628 nuovi contagi. Il paese è attualmente il secondo paese al mondo per incremento giornaliero. Solo in leggero calo rispetto al mese scorso a causa di vari contagi tra i manifestanti. I decessi odierni sono di 894. In totale sono stati registrati oltre 2.000.000 di contagi e 112 mila decessi con 23.017.819 tamponi. Rimane il paese piú colpito al mondo.

Federazione Russa

coronavirus è mutato

In Russia, epicentro del Coronavirus in Europa, dopo un mese di 8-9 mila contagi giornalieri, per la prima volta dal 1° maggio scende sotto gli 8 mila, con 7.891 contagi odierni e 196 decessi. Il picco di contagi nella Federazione fu di 11.730 (10 maggio), mentre il picco di decessi fú di “soli” 242 (29 maggio).

La data prevista di uscita dal lockdown, per una delle città colpite al mondo, la capitale Mosca (134.729) é il 20 maggio. Rimarrono in quarantena fino a luglio la Repubblica Federativa di Daghestan (7.190) con la mortalità piú alta della Federazione e San Pietroburgo (19.819) che non registra il calo dei contagi. Attualmente la Russia è la terza nazione piú colpita dal COVID-19 con 523.419 contagi e “solamente” 7.704 decessi (1,79%). I guariti sono la metà dei casi, tra i quali il premier Mikhail Miŝustin.

Coronavirus: Aggiornamenti dal Regno Unito

Nel Regno Unito nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 1.250 contagi e 210 decessi. Ad oggi la Gran Bretagna è l’unica in Europa, insieme a Svezia (+1.558), Portogallo (+1.028) e Russia (+7.891) ad avere un incremento giornaliero superiore a mille. In totale in Gran Bretagna sono stati registrati 300.119 contagi e 43.180 decessi (15%).

Covid 19 in India

L’India il 16 giugno ha segnato un record mondiale di decessi con oltre 2 mila in un giorno, il giorno successivo peró molto meno (680). I contagi giornalieri variano tra le 12 e 13 mila unità. In totale il paese ha registrato 237.279 e 11.391 decessi ed è il settimo paese piú colpito dopo l’Italia. Il paese uscirà dalla quarantena il 2 luglio.

La situazione della Pandemia in Germania, Francia e Spagna

coronavirus è mutato

Negli ultimi giorni c’è stato un forte focolaio in Germania (+692) che a causato ben 110 contagi (oltre 30% dei contagi totali). I casi totali sono 187.829 e 8.829 decessi con 4.460.920 tamponi analizzati. È l’ottavo paese con piú contagi.

La Francia è quella con l’incremento maggiore dei tre e la quinta in Europa con 823 nuovi contagi e 148 decessi (156.719 e 28.829 in totale), le scuole sono totalmente riaperte.

Il Regno di Spagna, invece, ha l’incremento giornaliero minore dei tre (e 8° in Europa) ma il piú colpito in totale. Nelle ultime 24 ore nella penisola iberica vengono registrati altri 599 casi di contagio e un solo decesso. Le ultime restrinzioni saranno annulate a luglio ha comunicato il governo Sanchez. In totale in contagi sono 292.719 e 27.644 decessi. Attualmente è il quinto paese piú colpito al mondo e terzo in Europa.

Il Covid nel nostro Paese

Ed ecco che arriviamo all’Italia. Attualmente siamo al sesto posto al mondo per contagi e quarti per decessi (238.172 e 34.527). Per incremento giornaliero del contagio invece siamo scesi al 22° posto al mondo e 10° in Europa con 329 unità. La presunta fase 4 inizierà ad Agosto e consisterà nella totale riapertura e annullamento delle restrinzioni. Il piano però ancora non è completo e dipenderà dalla situazione epidemiologica ovviamente.

Coronavirus in Iran

L’Iran (come Singapore) è un esempio di seconda ondata. Dopo il picco di marzo e il calo di aprile ci troviamo ora nella seconda ondata. Il picco pare sia statp superato in questa settimana con 3.092 contagi. La prima ondata aveva infettato 109 mila persone causando 6 mila decessi. Ora i contagi sono 185.278 e 9.189 decessi, e cioè una seconda ondata forte quasi come la prima, e oltre a quest’ultime, il paese potra affrontare anche una terza ondata in autunno. Sara una tragedia?

La situazione in Corea del Sud, Giappone e Singapore

Il primo epicentro internazionale del Coronavirus, la Corea del Sud, attualmente ha 13.018 contagi (con 1.719 attivi) e 310 decessi Giornalmente registra solamente tra 30-45 contagi. La situazione infatti si è stabitalizzata dopo i vari focolai di maggio. Il paese è noto per la sua velocità ad uscire dalla emergenza sanitaria scendendo dal secondo posto di febbraio alla 31° posizione di adesso per contagi totali al mondo. La quarantena in Corea è finita il 2 aprile, l’annulamento delle ultime restrinzioni erano previste per l’inizio di giugno, ma a causa di focolai a maggio è stato prorogato per luglio.

Il Giappone aveva addottato lo stesso sistema della Corea del Sud, ed infatti si era fermata a 3 mila contagi a marzo, scendendo nella classifica mondiale dei contagi dal quarto di febbraio al 30° posto di aprile, ma non duró per sempre, in Giappone inizió a metà aprile la seconda ondata con un picco il 2 maggio di 1.002 contagi, oggi la situazione è sotto controllo come comunicano le autorità giapponesi, con la seconda ondata i contagi sono saliti a 19.129 e i decessi a 979. Attualmente è il 28° paese piú colpito.

Stessa cosa a Singapore, dove però la seconda ondata dura piú tempo e ha provocato molti piú contagi. Dopo il termine della prima ondata a marzo si registravano 5 mila contagi ed un solo decesso. Il mese successivo scoppio la seconda ondata che fece 20 volte peggio, salendo dai 5 mila contagi ai 43 mila, un vero disastro. Ma comunque la mortalità rimane bassissima (0,47%; piú bassa che in Qatar, Bielorussia e Russia) con soli 38 decessi.

Corea del Nord e Turkmenistan

Corea del Nord e Turkmenistan, due dittature e uniche nazioni senza nemmeno un caso di COVID-19. Anche se peró c’è stato il caso dell’operaio nordcoreano rimpatriato dalla Cina che ha violato la quarantena essendo positivo, e quindi fucilato. Stranamente il contagiato non è entrato mai nella classifica COVID-19. Oltre a questo, varie fonti della Corea del Sud e USA affermano che i casi di Coronavirus sono presenti, e che sono almeno 200-300 con alcuni decessi tra i soldati. Che il regime nordcoreano nasconda qualcosa è probabile, anche perchè nel paese è obbligatorio usare la mascherina per strada… Perche mettono la mascherina se il pase è COVID-free?

L’altro caso è nel paese dell’ex Unione Sovietica, ovvero il Turkmenistan dove il dittatore Berdimuhamedow ha vietato di parlare e scrivere di o sul Coronavirus nei canali televisivi e limitato l’argomento sulla stampa. Inoltre ha vietato di usare la mascherina prottetiva. Tuttora il paese non registra casi di Coronavirus, l’unico al mondo.