Dry january che cos’é e quali sono i benefici

18

Le lunghe vacanze natalizie sono terminate e dopo le abbuffate di cibo e bevande alcoliche avrete sentito sicuramente parlare di Dry January. Per chi non fosse ferrato in inglese parliamo di un Gennaio a secco. A secco di cosa? Non di soldi, per quanto probabilmente avrete speso tutta la tredicesima tra regali e viaggi. No, qui parliamo di rimanere a secco dall’uso di bevande alcoliche.

Quest’anno più che mai sembra che il dry January sia sulla bocca di tutti. Ma perché farebbe cosi bene?

La risposta di molti di voi sarà sicuramente: grazie al “xxx”, lo sanno anche i bambini che se non bevo alcol sto meglio. Si è vero ma non è cosi semplice la cosa. Vi spieghiamo perché.

Se siete abituati a bere alcolici regolarmente, tra pranzi e cene di lavoro, trasferte all’estero, compleanni o matrimoni sicuramente a Dicembre avrete esagerato. L’unione, infatti, di normale routine ai drink di auguri, sommate alla presenza di lunghe vacanze ha senza dubbio reso il vostro risveglio del 7 Gennaio veramente amaro. Dite la verità. Avete visto la faccia che avete il primo giorno di rientro al lavoro?

Il Dry January vi aiuterà a dormire come un gatto. Perché?

Sebbene l’alcol vi dia l’impressione di aiutarvi a dormire meglio, in realtà l’effetto è contrario. Riduce il tempo del vostro sonno “profondo” e, pur non accorgendovene, vi fa svegliare più volte nella notte. E’ proprio per questo motivo che dopo una sbronza, anche se dormite per 12 ore, vi svegliate stanchi e spossati. Inutile quindi dire che meno alcol = migliore sonno.

Ma che differenza può fare un mese?

Una ricerca dell’Università del Sussex (cliccate se non ci credete) evidenzia come il Dry January aiuti a ridurre l’assunzione di alcol per un periodo di tempo più lungo di 30 giorni. Più di 800 persone che hanno preso parte alla sperimentazione nel Gennaio 2018 hanno continuato a bere di meno addirittura fino ad Agosto dello stesso anno. Inoltre, il 71% dei partecipanti ha riferito di aver dormito meglio grazie al “Gennaio secco”. Il 67%, invece, ha detto di aver avuto più energia, il 58% ha perso peso e il 54% ha avuto una pelle migliore dopo un mese.

Già sentiamo l’elenco delle vostre scuse. Ho un matrimonio, viaggio spesso per lavoro, ho un addio al celibato. Non demordete. E’ stato infatti dimostrato dalla ricerca, che anche chi non ha completato per intero il mese a secco ha avuto comunque dei benefici. Ovviamente minori di chi è stato costante, ma meglio poco che niente.

Che aspettate? Non é tardi per fare un mese di stop. Pure se cominciate il 15 di Gennaio il Dry January vi salverà e vi farà dormire come un gatto.