In città sempre più ripetitori telefonici: ecco se fanno male e cosa dice la legge

148

L’ex Ministro delle Telecomunicazioni Maurizio Gasparri, oltre a “regalarci” il digitale terrestre che ha reso confusionario il mondo della Tv e una norma che non tutela i minori davanti al piccolo schermo, ha anche firmato un decreto nel 2001 che permette la proliferazione incontrollata dei ripetitori per la telefonia mobile

Essi servono per la ricezione dei nostri cellulari ed emettono radiazioni elettromagnetiche la cui densità e frequenza varia a secondo degli utenti connessi. Ma fanno male? Possiamo fare causa contro di loro? Cosa dice la legge.

CONTINUA A LEGGERE