Luke Black ha rilasciato un’intervista sul nuovo EP Neoslavic

Luke Black è Cantante, cantautore e produttore con una presenza scenica impressionante, rende un suono pop e elettronico unico, le sue canzoni sono una fusione insolita di malinconia e di ottimismo.

57

Nell’occasione oltre a presentare il nuovo album Neoslavic, l’artista ci racconta del suo tour in Cina, dell’eventuale partecipazione all’Eurovision song contest e progetti per il futuro

Luke Black è Cantante, cantautore e produttore con una presenza scenica impressionante, rende un suono pop e elettronico unico, le sue canzoni sono una fusione insolita di malinconia e di ottimismo. La sua voce ha un colore riconoscibile, le melodie sono accattivanti combinate con il synth note e pianoforte classicco con le forti battute elettroniche.

Per questa intervista ringrazio Luke Black e la manager Milica Fajgelj.

  • Hai già pubblicato il primo EP Thorns, e due mesi fa è uscito il nuovo lavoro l’EP ”Neoslavic” , ed è una raccolta di brani più recenti come Walpurgis Night, Demons e Olive tree. Neoslavic, perché hai dato questo nome al nuovo EP?

Questi tre singoli indipendenti sono uniti in una versione che rappresenta il mio ciclo di ispirazione esplorando temi più tradizionali delle regioni balcaniche.
Il neoslavo rappresenta un modo moderno di vedere cosa significa essere slavi nel mondo di oggi, come mantenere la tradizione mentre si guarda e si pensa avanti.
Abbiamo riproposto l’intero concept con i singoli. Demons del 2016, che mescola generi musicali folkloristici e moderni, attraverso Walpurgis Night abbiamo combinato la nostra cultura tradizionale con altre mitologie e con Olive Tree abbiamo rappresentato un rituale pagano slavo nei fertili campi della Serbia.
La copertina è stata incorniciata con un “kilim” un tappeto con stampe tradizionali utilizzate come mantello.

  • Il tuo ultimo singolo è Olive Tree, è una canzone molto popolare in Cina, dove hai fatto un tour. Hai arrangiato la musica e inserito alcune parti del testo in serbo. Puoi dirci il motivo per cui hai scelto questa canzone?

L’intero tour in Cina è stato per me un enorme shock culturale e sono rimasto molto positivamente sorpreso. Andare in un paese così lontano ti fa vedere come alcune cose che sembrano grandi per te a casa, siano insignificanti e quanto incredibilmente grande e bello sia questo pianeta.
Essere piccoli e umili in terre totalmente diverse dalla tua mi ha fatto sentire come un vagabondo di un altro pianeta. Ed è proprio così che ho percepito la canzone Olive Tree ed è per questo che ho voluto fare la cover. Non c’è una particolare ragione dietro al fatto che la canzone ha parti sia in inglese che in serbo, mi è venuta in mente e mi sembrava bellissima.

Olive Tree videoclip

  • Il singolo “Walpurgis Night” è stato prodotto da Oscar Fogelstrom, che ricordiamo ha anche prodotto il brano “If were sorry”, cantato da Frans, rappresentante della Svezia all’Eurovision Song Contest 2016. “Walpurgis Night” è una canzone dark e il video è un cortometraggio raccontaci di questa esperienza.

Lavorare con Oscar Fogelstrom è stata un’esperienza incredibile per me, un altro viaggio molto lontano, ma questa volta nelle ”acque” della produzione. E’ stata la prima volta che ho lavorato con un produttore così eccezionale e il flusso di lavoro è stato perfetto. Mi è stato davvero chiaro che voglio portare la mia musica a un altro livello.
La canzone parla di tornare alla stessa persona, sempre da capo anche dopo tutte le negatività che ti hanno fatto passare. Mi sono ispirato molto alla mitologia nordica in termini di immagini e metafore e ho usato la parte “Walprugis Night” del “Faust” di Goethe come riferimento principale. Tutti dovrebbero leggere quel libro, si tratta di vendere la propria anima al diavolo. Il video mi descrive come “Faust” e il chitarrista “Mefistofele” che raccoglie ragazze morte da un hotel già preparate per andare a portarle su un campo e farle rivivere dal fuoco.

  • C’è stato un periodo in cui si diceva che avresti partecipato all’Eurovision song contest, vorresti partecipare alle qualificazioni per rappresentare la Serbia?

Certo, ma non vorrei soffermarmi nell’esser scelto dal popolo serbo per qualsivoglia qualifica. Quando il consiglio deciderà di fare qualcosa di diverso sarò lì con la musica, concetti e idee.

  • Ho visto alcuni video delle tue esibizioni dal vivo e sono molto belli quando possiamo vederti in un tour o in un festival?

Grazie mille, l’anno 2018 era tutto incentrato sulla scrittura di musica e retrospettiva, l’anno prossimo è un nuovo capitolo nei miei sforzi musicali e non vedo l’ora di condividerlo con te attraverso nuove musiche, immagini e performance dal vivo.

Per tutte le novità su Luke Black e tanti altri artisti seguite il Blog Musicaest.com e se volete far conoscere un’artista dell’est Europa inviate una mail a musicalitaest@gmail.com