Progetto Punto Zero. Un mondo nel mondo

155

Progetto punto Zero – Un mondo nel mondo è un Associazione di Promozione Sociale fondata il 21 marzo 2018 a Cesena, da sette soci fondatori.

Il nostro progetto si occuperà del punto P previsto dal Codice del terzo settore:

“servizi finalizzati all’inserimento o al reinserimento nel mercato del lavoro dei lavoratori e delle persone di cui all’articolo 2, comma 4, del decreto legislativo recante revisione della disciplina in materia di impresa sociale, di cui all’articolo 1, comma 2, lettera c), della legge 6 giugno 2016, n. 106, attraverso un percorso di crescita personale.”

Progetto Punto zero si occuperà di concittadini e connazionali in quanto questo metodo è stato studiato ed approfondito basandosi sulle problematiche della mentalità occidentale, perché è l’unica che conosciamo. Non SAREMMO IN GRADO di rapportarci con altre culture perché non le conosciamo, così come non conosciamo la loro lingua.

Naturalmente la porta sarà aperta a tutti, ma solo a chi è disposto a seguire il programma verrà dato un aiuto che va oltre un pasto o abiti.

Non ci piace di certo vedere questi immigrati vagare per le strade mendicando. Oppure vederli nei campi a morire di fatica per due soldi, ma non è il compito che ci siamo scelti.

Occuparsi di mille problemi tutti in una volta non serve a nulla, a nostro parere!

Il loro malessere dipende anche e soprattutto dal NOSTRO malessere. Credo quindi che lavorando su noi stessi in primis si potranno creare le basi per aiutare anche chi non appartiene alla nostra cultura, insegnando il rispetto per il diverso in tutte le sue forme fino a che si arriverà a capire che non esiste diversità, ma unicità.

Il metodo che si intende adottare è frutto di un lavoro personale e prolungato che è sfociato in un attento studio della mentalità occidentale. L’ideatrice (Mariacristina Meschiari) intende riportare la propria esperienza passo dopo passo in un lavoro costante e mirato a tutti coloro che non sono più in grado di ritrovare sé stessi.

DAI UN PESCE A UN UOMO E LO NUTRIRAI PER UN GIORNO, INSEGNAGLI A PESCARE E LO NUTRIRAI PER TUTTA LA VITA.

Progetto Punto Zero NON è un’agenzia interinale, bensì un metodo innovativo ed unico nel suo genere. PRINCIPALMENTE si dedica alla persona nel suo insieme, intervenendo nell’aiuto materiale ed immediato, ma soprattutto nel rafforzamento mentale e spirituale.

Le persone in difficoltà hanno bisogno di un tipo di sostegno che le porti, in tempi relativamente brevi, ad essere indipendenti moralmente e socialmente, per arrivare a non necessitare di aiuti che tolgono dignità, indipendenza morale ed economica.

Progetto Punto Zero le accompagnerà in un percorso di responsabilizzazione, riscoperta dei propri talenti e competenze ed autostima.

Non basta più dare un pasto o una spalla su cui piangere: occorre agire in profondità, rafforzando la personalità per evitare che pregiudizio, senso di colpa e senso di inadeguatezza agiscano a tal punto da evitare la ripresa della personalità.

Per raggiungere questo obbiettivo le persone devono essere disposte ad abbandonare vittimismo, vergogna, e soprattutto orgoglio.

Il programma, per essere efficiente al massimo, verrà svolto attraverso incontri quotidiani per la durata di un anno; potrà aderire chi vuole, a prescindere da età, sesso o condizione sociale.

Per i più bisognosi verrà chiesto l’aiuto di imprenditori che potranno aiutare l’Associazione assumendo a tempo parziale queste persone in modo da permettere la frequenza al programma.

Progetto Punto zero ha intenzione di avviare, il prima possibile, un servizio mensa aperto a tutti. Avrà un costo minimo, in modo da poter accogliere una clientela eterogenea tale da evitare l’isolamento sociale dei meno abbienti.

Si aprirà un bar, che diventerà luogo di aggregazione e scambio culturale e sociale e di aiuto.

Si dedicherà uno spazio importante ad una biblioteca che conterrà testi rivolti alla crescita personale.

Una volta trovata la sede idonea si avvieranno una serie di iniziative atte all’integrazione e sviluppo delle capacità, avvalendosi dell’aiuto di volontari che saranno chiamati SOLO a fare laboratori di qualsiasi competenza o passione che vorranno insegnare gratuitamente.

Il progetto prevede l’assunzione regolare di tutte quelle persone che necessiteranno, per lo svolgimento delle attività, quali mensa, segreteria, direzione.

Il progetto si avvarrà della collaborazione di insegnanti di italiano e filosofia, uso del PC, madrelingua stranieri, mental coach e business coach, motivatori ed altri professionisti che forniranno gli strumenti necessari alla completezza del programma.

Stiamo cercando fondi e sede per avviare questo progetto innovativo, lungimirante ed unico nel suo genere. Grazie a tutti coloro che vorranno aiutarci.

Il presidente

Mariacristina Meschiari

cell. 342/1402486

mail. mcm.61@hotmail.it