Comunicato stampa FSI Verbania

La risposta a quanto comunicato su queste pagine da Giuseppe Maria Pace

178

In data 25 e 26 maggio si è svolto a Verbania il congresso FSI e hanno partecipato tutti gli associati FSI tranne un paio e sono conservati i verbali e le firme dei partecipanti. Al congresso sono stato eletto Segretario Territoriale nel VCO.

Il sottoscritto AD OGGI partecipa alle riunioni sindacali in ASL VCO non solo come RSU ma anche come segretario FSI e firma come tale anche gli accordi e le presenze (vedi anche ultimo incontro del 14/12/2016). Questo fa capire come qualcuno voglia soltanto screditare il sottoscritto creando confusione nell’ opinione pubblica. Il tutto nasce da una spaccatura all’ interno della FSI creatasi a Marzo 2016 e chi mi attacca è l’ altra parte. Solo il giudice nell’ udienza già fissata per l’ anno nuovo stabilirà chi sarà effettivamente legittimato a governare e chi no la FSI. Fino a quel momento io provo soltanto a fare sindacato SERIAMENTE e per questo ho proclamato lo sciopero in ASL VCO, visti i problemi che ci sono. Se non fossi legittimato a farlo, qualcuno si sarebbe già rivolto alla commissione di garanzia e non avrebbe aspettato che lo sciopero fosse già avvenuto (con successo).

Alcune persone mirano a farmi stancare con attacchi e minacce di varia natura, aspettando che possa stancarmi in questa controversia, ma ho dei doveri verso tutti gli associati che credono in me e mi hanno votato al congresso ed ho il dovere di tutelarli ancora.

La Sig.ra Pace, CHE SI è VISTA NEGARE OGNI PREROGATIVA SINDACALE DALL’ AZIENDA DI NOVARA DOVE LAVORA, vorrebbe adesso governare la FSI di Verbania.

Quando e se mi arriveranno di fatto delle denunce (invece che minacce) saprò controquerelare. Queste persone che mi attaccano, hanno in qualche modo reperito gli indirizzi mail degli associati e simpatizzanti e stanno scrivendo anche a loro, oltre che a voi giornalisti. Ma i contenuti non corrispondono alla realtà dei fatti. Mi hanno offerto di passare dalla loro parte, ma io voglio fare sindacato, non guerre. Il loro modo di fare, come in questo caso, non mi piace. Tanto si doveva.

Cordiali Saluti. Il segretario territoriale FSI (non USAE) Daniele Mennillo

In allegato il nostro comunicato stampa, il comunicato di espulsione della Sig.ra Pace e la nota di un avvocato a suo tempo inviata all’ ASL VCO.