Le elezioni italiane sono la più grande bufala. Vi raccontiamo la barzelletta più divertente al mondo.

Elettore partito Democretino: Che bello finalmente si va alle elezioni. Tanti anni di attesa e dopo un susseguirsi di governi tecnici non eletti dal popolo finalmente posso dire la mia. E questa volta sarà chiaro. Vinceremo Noi.

Elettore Porca Italia: Eh no. Devi fare conto con noi di Porca Italia. Vinceremo Noi. “Meno male che il Porco C’è”!

Elettore Sega Nord: Vi state dimenticando che ci siamo noi. Ce l’abbiamo duro e quindi vinceremo noi.

Elettore Movimento 5 Pecore: noi siamo il cambiamento. Al governo ci andiamo noi. Noi siamo i penta-pecoroni e nessuno ci può fermare.

Elettore partitella a calcetto: noi ci saremo e faremo opposizione anche solo con l’1%. La Costituzione dice che abbiamo diritto ad essere rappresentati.

Presidente della Camera degli Impoltronati: va bene, va bene non litigate. Però prima di andare al voto facciamo la legge elettorale dai. Sono 50 anni che nel mondo ci prendono per il culo che non riusciamo a dare stabilità. Coraggio dai facciamo una legge semplice, come quando giochiamo a calcetto. Se si pareggia si va ai rigori e chi segna più rigori vince. Che ne dite?

Presidente della Camera del Segato: Io inizio a essere vecchio e mi piacerebbe morire sapendo che voi andrete d’accordo. Dai per una volta facciamo una legge che dia la maggioranza a chi vince. Come fanno negli altri paesi. Coraggio dai.

Candidato del partitella a calcetto: Non scherziamo. Noi partitini dobbiamo rimanere rappresentativi del paese e garanti della Democrazia. Anche solo con un voto noi dobbiamo essere nelle Camere. Siamo contro le soglie di sbarramento e contro ogni premio di maggioranza. Contro ogni forma di ballottaggio alla francese. (In Francia vince chi ha il 50% +1 dei voti, altrimenti ha luogo il ballottaggio tra i candidati che hanno ottenuto un numero di consensi superiore al 12,5% al primo turno). Fate la legge che volete tanto le elezioni italiane sono la più grande bufala mai vista.

Candidato Porca Italia: Stiamo scherzando? Dare il governo in mano ai sinistroidi del partito dei demo-cretini? Farebbero di tutto per mandarmi in galera con i loro giudici sinistroidi. No facciamo una legge “Bufala” che ci consentirà di non staccarci mai dalla poltrona. E poi noi dobbiamo appoggiare i nostri amici “macfiosi” e “gomorristi”. Promettiamo agli italiani di cancellare le tasse. Questi coglioni ci crederanno ancora. Per distrarli facciamo un reality show e chiamiamoli “Bufali e Vacche”. In fin dei conti le elezioni italiane sono la più grande bufala mai vista.

Candidato dei Demo-cretini: il nostro programma è talmente “finto” che non vinceremo mai. D’altronde dobbiamo accontentare la Chiesa, gli ex comunisti, gli ex democristiani, gli ex socialisti, gli ex brigatisti. Non dimentichiamoci degli amici “macfiosi” e “gomorristi”! Noi siamo liberali ma dobbiamo proteggere anche le corporazioni e gli albi professionali. Liberalizziamo da un lato e dall’altro privatizziamo dai. Dobbiamo trovare un modo per non rischiare di finire fuori dalla Camera degli Impoltronati. Facciamo una legge “Bufala” che fa credere agli italiani che ci sarà un vincitore e poi ci spartiremo il bottino. Pure io sono convinto che, alla fin fine, le elezioni italiane sono la più grande bufala mai vista.

Candidato di Sega Nord: a noi va bene. Per essere sicuri di avere una poltroncina propongo di creare le coalizioni così gli italiani crederanno non solo che una delle coalizioni vincerà ma che anche votando i piccoli partiti come noi saranno vincitori. Dai dai dai. Facciamo una legge “Bufala”.

Candidato Movimento 5 Pecore: No no no. Noi non ci alleiamo con nessuno e non votiamo nessuna legge elettorale perché siamo coerenti siamo solo con noi stessi. La legge “Bufala” fatela pure tanto noi prenderemo il 51 per cento dei voti e governeremo cambiando veramente il paese.

Il giorno dopo le elezioni.

Presidente della Repuzzola: In quanto garante della Costituzione e in virtù del mio ruolo super partes analizzo con attenzione i dati e scopro che, stranamente, anche questa volta non ha vinto un cazzo di nessuno. Pertanto nell’utilizzo pieno dei miei poteri propongo le seguenti opzioni:

  1. Il Governo dei Saggi. Loro saranno talmente bravi ed imparziali che faranno tutto ciò che non è stato fatto in 150 anni di Repubblica. Faranno una bella e nuova legge elettorale.
  2. Il Governo tecnico. Cambiando l’ordine degli addendi il risultato non cambia. Sommiamo Movimento 5 Pecore con I Democretini e creo una maggioranza tecnica al top. Governeranno il paese verso la transizione e faranno la nuova legge elettorale. Che ne dite?
  3. Non possiamo annullare le elezioni perché la legge è talmente porca che il risultato sarebbe lo stesso. Che furboni che siete stati. In castigo dietro alla lavagna!

Salite qui al Culinale e ditemi cosa avete deciso!

Candidati di tutti i partiti: A noi va benissimo sia l’opzione 1 che l’opzione due tanto a noi ci importa arrivare alla prossima elezioni e mantenere lo stipendio alto da politico usufruendo di affitti agevolati, convenzioni, vantaggi personali, leggi ad personam. Io vorrei aiutare mio nipote disoccupato ad entrare nelle Poste. Io dare visibilità alla società di mio fratello, prendere il Frecciarossa gratis, avere il condono per la mia casa in Sardegna, fare entrare mio figlio alla Bocconi. Sogno di far vincere l’appalto per il Ponte sullo stretto alla mia azienda di famiglia, arrivare al vitalizio, non pagare il cinema, avere un attico con vista Colosseo. A me importa solo mangiare gratis nei ristoranti romani, partecipare ad un bunga bunga, entrare gratis allo stadio, essere ospite a “Porca e Porca”. Gli italiani tanto sono stupidi e credono sempre nelle promesse elettorali. Basta dire che facciamo la legge Pizza e Gelato e saranno contenti e si dimenticheranno di tutto.

Presidente della Camera del Segato: Scusate stiamo dimenticando una cosa, io sono il più vecchio dovete ascoltarmi. Abbiamo fatto il Porcellum, il Rosatellum, l’Italicum, il Bufalum… Iniziamo a riflettere sul nome della prossima legge elettorale così gli italiani ci crederanno e penseranno che la prossima volta avranno la stabilità.

Candidati di tutti i partiti: Il nuovo nome sarà “Inculatum“. Ci vediamo tra 5 anni. Prima legge da votare sarà il telelavoro così potremo votare alle “non leggi” stando seduti comodamente nella nostra casa in Sardegna.

Le elezioni italiane sono la più grande bufala.

Viva L’Italia.