Il sottovalutatissimo potere delle alghe

8

Con il termine “alghe” ci si riferisce ad una categoria estremamente omogenea di organismi.

Una prima distinzione viene fatta sulle dimensioni (macro e microalghe). Per i non addetti ai lavori la alghe possono rappresentare delle minacce. Basti pensare, infatti, ai bagnanti che nei periodi estivi vengono infastiditi dalle innumerevoli alghe sulla battigia (N.d.R. spesso non sono alghe ma fanerogame, piante marine). Si fa quindi presto a confondere la alghe, tra loro e con le piante. Soprattutto si fa confusione con sul fatto se siano o meno “utili” per l’uomo. Moltissime macroalghe marine sono davvero utili all’uomo, basti pensare ai ficocolloidi, di cui il più famoso agar-agar, estratto da diverse alghe rosse, utile in cosmetica, alimentazione, farmacologia e microbiologia. Altro ficocolloide di interese è l’Alginato, una famiglia di agenti gelificanti utilizzata anch’essa in alimentazione ed in cosmetica.

Altri utilizzi sono quelli riscontrabili nell’alimentazione, chi non hai mai assaggiato il sushi?

Molto spesso si fa confusione anche qui e si tende a sottovalutare un ingrediente fondamentale per questa cucina. L’alga “nori” (Porhyra/Pyropia) è un alga rossa utilizzata per l’alimentazione che riveste i rotolini di sushi, pur essendo di aspetto verde dopo il processo di preparazione dei foglietti di nori. Non solo uno sfizio da concedersi di tanto in tanto, ma le alghe hanno diverse proprietà benefiche e dipendono dalla specie presa in esame. Migliaia di studi svolti dalle università di tutto il mondo confermano il loro effetto benefico per la cura e la prevenzione di numerose malattie, ad esempio quelle coinvolte nelle carenze vitaminiche; esatto, le alghe hanno anche questo! Ricche in vitamine (ovviamente prodotti anche sotto forma di integratori) ed utilizzate spesso da vegani/vegetariano come fonte di vitamine che nella cucina tradizione si possono trovare nelle uova o nella carne.

Tutto qui sul potere delle alghe?

Neanche per sogno! Essendo la alghe organismi fotosintetici abbattono la CO2 e quindi anche una loro produzione è ecosostenibile ed entrano in gioco nell’economia circolare come abbattitori  di sostanze che influiscono sul cambiamento climatico. Inoltre sono utilizzate come fertilizzanti e mangimi. Sembra proprio che queste alghe possano essere utili per tutto (o quasi), di sicuro sono degli organismi molto sottovalutati e non ben visti ma moltissimi. Quando la prossima volta vi troverete in vacanza e sarete infastiditi dalle alghe, ricordavi gli innumerevoli utilizzi per l’uomo e l’aiuto che danno all’ambiente, sicuramente le vedrete con occhi diversi.