Sognando un lavoro. Italia, un paese dal quale scappare.

Più facile cambiare paese che trovare un lavoro...

76

Sognando un lavoro. L’Italia è ormai un paese saturo, un paese dal quale scappare.

Sono anni che milioni di giovani cercano lavoro. Vengono presi in giro dalla stato (senza lettera maiuscola perché non merita neanche di essere chiamato cosi!).

Laureati e non sono costretti a emigrare per realizzarsi e spesso costretti a tornare.

Provate a cercare un annuncio di lavoro, le agenzie di lavoro ormai sono in fallimento non hanno un annuncio decente e quei pochi che hanno li offrono ai conoscenti…raccomandati.

Soprattutto sui siti di ricerca lavoro si trovano offerte deprimenti…infiniti cercasi personale per call center…ANCORA call center…cercasi commessa per 400,00 Euro al mese, cercasi baby sitter laureata ed automunita!

Sui vari siti si trovano annunci ripetitivi e scarsi in cui si chiede partita iva, auto propria, disponibilità a trasferimento…secondo voi chi cerca un lavoro ha la possibilità di aprire una partita iva??? Può permettersi l’auto? Beh non credo!

I tanti fortunati che lavorano sono i figli di…i parenti di… e la moglie di…!

Bene, ormai si sa che le donne se non hai un buon stipendio non ti guardano neanche.

Ma una riflessione su questi nuovi siti che offrono tate o babysitter bisogna farla: funziona cosi ti registri, cerchi gli annunci  per contattare la famiglia e devi comprare un pass altrimenti il numero di cell non puoi averlo. Ora tu ragazza universitaria, laureata o tata esperta che cerca lavoro aspetti fiduciosa che qualche famiglia ti contatti …solo che leggendo gli annunci quasi tutti i genitori scrivono:

NON ESITARE A CONTATTARMI…quindi il pass lo paghi tu non io!

Bella fregatura e soprattutto bella considerazione che hanno queste famiglie che cercano tate.

Questo articolo si riferisce alla ricerca di lavoro nel sud Italia ma non credo che al nord con tutti questi immigrati cambi molto.

Chi può scappare da qui lo faccia perché non credo valga la pena restare in un paese che ti offre lavori scarsi, lascia emergere raccomandati senza esperienza e menefreghisti e ti lascia invecchiare SOGNANDO UN LAVORO!

4 COMMENTS

  1. Il lavoro, ora come ora, sta avendo difficoltà a nascere in coworking o in lavoro da remoto, il più plausibile verrebbe da pensare sia il programmatore, invii file .htm e finita li. Lo smart working prevede anche altri lavori, come segretaria non in sede (e menomale), consulenti, marketer, recensori, giornalisti, ecc… quindi il problema del lavoro rubato non esiste, si dice Rubato egoisticamente.