Decreto dignità, tutte le novità più importanti del mercato del lavoro

Questa è stata una delle promesse elettorali sia del Movimento cinque stelle che della Lega.

92

Cosa contiene il Decreto dignità? Come cambia il mercato del lavoro con decreto dignità? Smantellare il Jobs Act. Questa è stata una delle promesse elettorali sia del Movimento cinque stelle che della Lega. Oggi insieme al Governo e quindi, inevitabilmente, se la ritrovano come punto di programma in comune. E così, le due parti in causa hanno trovato un comune accordo per superare la precarietà a vita generata dalla riforma del lavoro del duo Renzi-Poletti. La quale, occorre dirlo, ha aumentato l’occupazione. Pur restando instabile e prevalentemente precaria. I contratti a tempo indeterminato, infatti, sono sensibilmente diminuiti.

E così, il Ministro del Lavoro Luigi Di Maio ha presentato orgogliosamente quello che, a suo dire, è un provvedimento che restituisce dignità ai lavoratori. Ponendo fine a proroghe di contratti a termine a vita. La critica maggiore mossa al decreto dignità riguarda però il fatto che avrà un effetto negativo sulle assunzioni. Soprattutto, disincentiverà le conferme di chi già lavora ma a tempo determinato.

Previste poi anche forme di sanzioni per le multinazionali che chiudono le proprie sedi. Dovranno infatti restituire i fondi pubblici ottenuti.

Con questo decreto, il Governo Conte si controbilancia più a sinistra, dopo la virata a destra conseguita grazie a Salvini. Ma tante critiche al decreto dignità arrivano anche pure da sinistra.

Ma vediamo di seguito quali sono i punti del decreto dignità.

CONTINUA A LEGGERE