il buio intorno a me

Il buio intorno a me

Il giorno passa veloce, le ore non passano mai, ma rimangono caute e leggere... So che può sembrare un controsenso ma come la mia vita nulla ha senso! Scappo ogni giorno dalla realtà, dalla paura di...
La negatività su un murales

La negatività su un murales

Aspettai che il sonno la pietrificasse, le buttai il braccio sopra il collo pesante come una catena. Cercai di addormentarmi ci riuscii dopo mezz'ora e mi risveglia dopo qualche ora. Mia moglie si svegliò poco...
Il colore dell'inchiostro

Il colore dell’inchiostro

-La stanza puzzava ancora di fumo. Odiavo quell'odore. Mi ricordai dei brutti momenti della mia vita. Anche se, questa volta non era certamente diverso. Fuori il cielo era grigio e l'aria sapeva quasi di aglio, come l'odore...
Per la rivoluzione

Per la rivoluzione … serve la spazzola

Incredibili certi intrecci quando il caso decide di giocare. Sveglia all'alba questa volta. Per Carla svegliarsi all'alba di domenica è quasi una tragedia, ma il fine è nobile. La causa, a Trivigliano, un paesino ovattato,...
treccina

IL CASO gioca anche con una treccina

Sabaudia: oggi il mare è un po' mosso. Sono gli ultimi giorni di maggio. Un'estate che già le è scoppiata dentro. Dalla capitale Carla fugge sempre più spesso. Incredibile Roma così vasta, così enorme, ma...
Va dove ti porta la porta

Va dove ti porta la porta

Il mare restituisce tutto ai legittimi proprietari, anche una porta. Carla non saprebbe dire con certezza chi per primo abbia visto quella porta, chi per primo l'avesse postata in rete. Di certo però appena...
E ti aspetto ancora una volta davanti alla villa

E ti aspetto ancora una volta davanti alla villa

E ti aspetto ancora una volta davanti alla villa. Sabaudia. Maggio è quel mese che la spiaggia si prepara, è quel mese mese che incontri solo quelli che hanno perennemente l'estate che brucia dentro...
Ulisse e la disorientata

Ulisse e la disorientata

Ulisse e la disorientata. Che giornata intensa oggi a  Sabaudia. Il bagnino aveva installato la bandiera rossa, il pericolo di balneazione, un forte vento, il maestrale. Nonostante ciò Carla camminava proprio in acqua. L'alternarsi...
Nobel della tristezza

Il Nobel della tristezza

Il Nobel della tristezza... Anche stavolta Carla è partita da Roma portandosi dietro il tormento delle figure. Camminando per via Margutta colorata da cento pittori pensava "sono candidata al Nobel della tristezza". Mi sarebbe piaciuto...
uomo a testa in giu

Sabaudia e l’uomo a testa in giù

Sabaudia e l'uomo a testa in giù. Come non pensare che Carla non corresse a Sabaudia con questo sole che le sta bruciando dentro. E' partita da Roma con il costume già messo. Sul social...