Facebook la macchina infernale

La domanda che mi pongo è la seguente: Siamo realmente così stupidi?

258

Avrete sentito parlare di Facebook la macchina infernale. Ritengo i Social una delle invenzioni più incredibili dei nostri tempi, nonostante questo e come tutte le invenzioni ha i suoi aspetti positivi e negativi.

Io personalmente mi sono iscritto da circa sette anni. Ne sto osservando l’evoluzione, il mutamento, non solo riguardante il social stesso ma delle persone facenti parte di questa macchina che definisco “Infernale”.

I temi e gli aspetti da analizzare sarebbero infiniti, dalla guerra dei Like, ai blocchi Facebook, per non dimenticare del controllo che il Social stesso ha sulla nostra vita.

Oggi però non voglio prendermela con Facebook, ma con le persone. Con la gente comune.

Osservo spesso pagine e gruppi del Mistero e Paranormale in generale, faccio parte all’incirca di quattrocento gruppi. Mi piace leggere articoli interessanti su di esse e divulgare anche il materiale delle mie personali ricerche.

Per chi non mi conoscesse sono fondatore di un team di ricerca del Paranormale dall’anno 2013. L’ Italian paranormal Investigation che ha ottenuto  anche riconoscimenti internazionali

Da qualche tempo osservo cose che più che Paranormali definirei Anormali!

Partiamo dalle mani, voi Vi starete chiedendo…cosa!? Le mani? Si. Qualche settimana fa scorrendo la home di Facebook mi sono ritrovato centinaia di palmi di Mano, “Inizialmente pensavo di trovarmi su una pagina di estetica o di ricostruzione unghie”. Il motivo? “Cosa vedete nella mia mano?”. Oppure, “Qualcuno può leggermi la mano?”, o peggio, “da poco mi è stata diagnosticata una malattia, qualcuno sa dirmi quanto vivrò ancora tramite lettura della mano?”.

Stiamo scherzando?

Ciò che mi lascia sbigottito è la grande mole di commenti che sopraggiungono da discutibili pseudo maghi o stregoni, ma anche dalle persone comuni che si prestano delle volte inconsapevolmente questo scempio pubblico.

Forse non è un caso che nei primi anni 90′ siamo stati uno dei popoli più colpiti, “defraudati”, dai rinomati cartomanti o maghi che in televisione divulgavano cure miracolose e vincite milionarie al lotto in cambio del sovrano denaro.

La domanda che mi pongo è la seguente: Siamo realmente così stupidi?

Da ricercatore poi mi soffermo molto più spesso su foto e video. Incuriosito dalla possibilità che realmente ci possa essere qualcosa, molti si svegliano al mattino fotografando il nulla. Alcune volte ho visto anche pentole a pressione in piena “normale” attività messe sotto processo fotografico alla ricerca di un fantasma del vapore. Caricano la loro bella foto su un gruppo casuale di Facebook “sempre inerenti a Misteri e Paranormale”, e scrivono: “Voi cosa vedete?”

Qui dovrei lasciare circa dieci o venti righe vuote, silenzio assoluto, poi, una luce, un boato, migliaia e migliaia di persone che corrono verso l’obbiettivo, il primo commento, dire ciò che vedono.

C’è chi ci vede un uomo, una donna, un bambino, un demone, un angelo, centottantasette volti.

L’errore più grande che feci una volta fu contraddire la massa. Io per analizzare una foto mi avvalgo di software e non dei miei occhi che sono facilmente ingannabili per la famosa Pareidolia “ovvero vedere o attribuire un volto o qualcosa che ci è comune ad una forma, ad esempio una nuvola può sembrarci un U.F.O.

Fui semplicemente masticato e rigettato dalla massa come un non nulla. A cosa servono titoli internazionali sulla ricerca del Paranormale se poi “tu che dovresti comunque essere dalla parte delle persone comuni e non della Scienza” non vali nulla?

Sono tutti Esperti, tutti Ricercatori, tutti Scienziati.

Forse il mio stupore è realmente insensato perché queste situazioni sono constatabili facilmente in tutti i gruppi ed in tutti i campi non solo dei Social ma nella vita reale.

Il mio problema è forse la diversità di pensiero, non potrei mai dare un parere medico, fornire una nuova tecnologia alla Nasa o più semplicemente effettuare un cambio gomme al Box Ferrari durante un gran premio, io personalmente parlo e agisco nei limiti della mia conoscenza e delle mie competenze, non del “tutto”. L’Italiano Medio no.

Chiudo questo articolo dicendo che ho preferito sorvolare su molti argomenti, più che altro per non accanirmi e non andare troppo oltre con i toni inasprendo oltremodo una polemica infinita. Che altro dire se l’articolo ti è piaciuto…METTI AMEN E CONDIVIDI!

Se volete seguiteci sulla nostra pagina o il nostro Blog:

Pagina Ufficiale Facebook I.P.I.

https://www.facebook.com/Italian.Paranormal.Investigation.Team/

I.P.I. Official Blog

https://www.facebook.com/groups/630700603698294/

Facebook la macchina infernale. Di Gianluca Atzori