La birra fa ingrassare più del vino. Quante volte avete sentito queste parole dopo aver ordinato un bicchiere al bar. Verrebbe da dire, classica “chiacchiera da bar”. Eppure questo dilemma può veramente infastidire e le teorie sono infinite. Ognuno poi, nel dibattere sull’argomento prova a tirare acqua al suo mulino.

Il bevitore di birra: “Guarda me. Io detesto il vino e bevo tre pinte di birra al giorno e non ho nemmeno un cm di grasso… mentre tu…”

Il bevitore di vino: “La birra fa venire la pancia ed è da mediocri. Io il vino lo sento, lo odoro e lo degusto…”

Insomma la guerra tra il vino e la birra è apertissima non solo sul tema calorie. Ma vogliamo rispondere a questa domanda una volta per tutte? E’ arrivato il momento di dire la verità. Eppure si dice in vino veritas non in birra veritas.

La birra fa ingrassare più del vino?

Partiamo senza dubbio dalle calorie. Ci facciamo aiutare quindi dal sito www.calorie.it in questo modo siamo sicuri di non sparare a vanvera.

Un di birra di 33 cl di media gradazione, per intenderci la classica birra chiara, ha 108.9 calorie. Un vino bianco di bassa gradazione (12 gradi) nella stessa quantità contiene 231 calorie. Quindi più del doppio della Birra. Sembrerebbe una partita persa in partenza ma bisogna fare alcune considerazioni.

Tradizionalmente la birra si consuma in maggiore quantità rispetto al vino. Avete mai visto qualcuno ordinare un bicchiere di birra? Tendenzialmente non ci si ferma mai alla prima. Inoltre per la facilità al consumo e per la minore gradazione si tende psicologicamente a consumarne in grande quantità. Aggiungiamo che il bicchiere di vino non deve essere pieno e che se ne dovrebbe versare solamente una quantità pari a 8-9 cl. Per di più la birra contiene un elevata quantità di carboidrati essendo prodotta con il malto d’orzo e prevedendo quindi un processo di lievitazione.

In generale si potrebbe concludere che se bevessimo sempre la stessa quantità il vino fa ingrassare di più, essendo il suo apporto calorico più elevato. Non abbiamo inoltre considerato la presenza di vini rossi ad alta gradazione (come l’amato Nero D’Avola che in media prevede 14 gradi). Bisogna dire che anche le birre oggi hanno varianti con elevata gradazione alcolica (alcune bionde possono superare anche i 10 gradi).

Che dire quindi? La battaglia sembrerebbe vinta dalla birra ma la guerra è vinta dal vino dato che se ne consuma in minore quantità.

Resta il fatto che numerosi medici affermano che entrambe le bevande consumate con moderazione apportano benefici al corpo umane. Che dire quindi? Al diavolo la prova costume e facciamoci un bicchierino. La birra fa ingrassare più del vino? Sai che vi dico? Tra i due litiganti il terzo gode. Preparami un gin tonic.