La moneta di cui abbiamo bisogno

Monete complementari autogestite dalla Comunità dei Cittadini.

72

Non è più sufficiente oggi USCIRE dall’EURO.

Allo stesso modo non basta l’introduzione della Glass-Steagal (separazione banche d’affari da banche commerciali). Tantomeno non si può tornare ad una Moneta Nazionale che ci rimetta sotto i Partiti e sotto le Burocrazie Bancarie, prede comunque di finanziarie nazionali o mondiali che si prendono grosse fette dei guadagni, ma soprattutto che ci lasciano nelle cicliche crisi distruttive dei sette anni e dei 60 anni.

Un sistema che ci rende sudditi delle Banche che portano la Nostra Moneta altrove invece di investirla nel territorio.

Ormai possiamo e dobbiamo aspirare ad ottenere molto di più da una MONETA. Lo strumento principale utilizzato per i pagamenti e gli scambi, infatti, ben più della giustizia, deve essere non solo emessa a nome e per conto del POPOLO SOVRANO, ma anche GESTITA dalla Comunità dei Cittadini riuniti in una Nuova Governance. In questo modo sarebbero in grado di GOVERNARE la moneta commerciale per creare investimenti all’interno di un sano circuito autosufficiente (pur con scambi con l’esterno) in termini di LAVORO, PRODUZIONE, DISTRIBUZIONE, REDDITO E CONSUMO. Con l’obiettivo ultimo di una migliore qualità della vita per la generalità dei cittadini ed un migliore ambiente, utilizzando in maniera parsimoniosa le risorse.

Questa moneta è realizzabile da subito nella versione di Moneta Locale Sovrana, o Moneta a Km 0.

In altri termini basta AUTOPRODURSI la MONETA a livello locale con una Carta di Credito Comunale/Territoriale combinandola con delle monete complementari (1).

Questa possibilità/notizia, non a caso, è tenuta segreta da TV, Mass Media, Economisti, Politici, associazioni di categoria e sindacali nonché dai siti di controinformazione che preferiscono parlare di uscire dall’euro o di monete non convertibili che non servono a niente. Tengono nascosto che emettere Moneta Locale Sovrana in EURO e convertibile in Euro ci farebbe uscire subito dalla crisi e ci difenderebbe in futuro da ricadute.

Ci permetterebbe, inoltre, di produrre tutti i beni di cui abbiamo bisogno a costo ZERO nonchè di dare un lavoro dignitoso a tutti.

Condividiamo, per chi di voi volesse saperne di più, il video del convegno Organizzato ad Arezzo dal M5S nell’Ottobre 2012. Evento in cui abbiamo affrontanto, appunto, il tema delle monete complementari in Italia.

Oronzo Turi, Presidente Associazione Azione Territoriale

Sede ufficiale a Milano, Sede operativa in Via Marconi 51 – Novara

monete alternative
Il circuito della qualità della vita secondo l’Associazione Azione Territoriale