Leggere il cellulare nel letto ? Si diventa ciechi

Una volta era la masturbazione... ora lo smartphone...attenzione!

293

Leggere il cellulare nel letto è ormai diventata una consuetudine per molti di noi.

Siete abituati a controllate un messaggino whatsapp con un occhio aperto e l’altro sul cuscino? Si diventa ciechi.

Sicuramente avrete letto delle notizie sulla pericolosità di leggere con il vostro smartphone in piena notte, mentre siete sul vostro letto. Io stesso ho sottovalutato più volte queste notizia, pensando che si trattasse di news da “baraccone”. Fino a quando è venuta alla luce la storia di due donne americane, rispettivamente di 22 e 40 anni, rimaste nello stato di “cecità” assoluta per qualche minuto dopo aver controllato il proprio smartphone al buio completo.

La notizia assume la serietà del caso in quanto riportata dal “New England Journal of Medicine” una rivista edita dalla Massachusetts Medical Society. Leggere il cellulare nel letto, ovvero al buio, fa davvero così male?

Ma quali sono le cause della cecità temporanea da smartphone?

Le donne, comprensibilmente molto preoccupate per la perdita della vista, dopo un controllo senza esito, si sono rivolte a degli specialisti i quali hanno semplicemente chiesto loro il momento esatto in cui la cecità era iniziata. Una volta appreso che le due donne fossero a letto, i medici hanno determinato l’origine della malattia. Il problema non è stato causato dall’essere a letto, bensi dal fatto che entrambe le donne hanno controllato il proprio telefono con un occhio sullo schermo e l’altro coperto da un cuscino.

Quindi, mentre un’occhio si adatta alla luce, l’occhio coperto dal cuscino si adatta al buio. Una volta che il telefono viene spento, l’occhio aperto ha bisogno di un po’ di tempo per riadattarsi al buio e recuperare il ritardo nei confronti dell’occhio coperto dal cuscino, causando la sensazione di cecità temporanea. Non c’è stata, quindi, una vera perdita della vista, ma è stato un effetto simile a quello che proviamo quando passiamo da una stanza buia dopo essere stati alla luce.

Leggere il cellulare nel letto fa male… come possiamo prevenire la cecità temporanea da smartphone?

Non essere in grado di vedere per qualche minuto è abbastanza spaventoso e quindi suggeriamo a tutti di non controllare il telefono mentre si è a letto. La buona notizia è che questo disagio è evitabile se, tecnicamente, controlliamo i post di facebook usando entrambi gli occhi. Questi due casi di studio, come riportato da “The Guardian“, trattandosi di eventi abbastanza rari non possono ancora essere considerati come definitivi.

Ora che sappiamo cosa si rischia, però, è davvero il momento di non provarci più. Alziamoci dal letto, andiamo in cucina, tiriamo su la tapparella, beviamoci un bicchiere d’acqua e, una volta abituati alla luce, controlliamo il nostro smartphone.

Comunque il mondo è ufficialmente cambiato. Una volta era la masturbazione a rendere ciechi, ora è lo smartphone al buio. Vi prego non provate a masturbarvi con lo smartphone al buio… non sappiamo ancora cosa potrebbe succedervi.
Scherzi a parte vi suggeriamo di evitare di leggere il cellulare nel letto di notte.