Prossimo G7 si terrà a Taormina: ma è polemica per locandina che offende siciliani, ecco perchè

55

Un Governo in carica ha l’obbligo di adeguarsi alle tecnologie: App, Social, siti web. Deve sapersi adeguare ai nuovi modi di comunicare. Ma spesso le gaffe sono dietro l’angolo. L’ultima, più che una gaffe, è l’utilizzo di uno stereotipo vecchio, legato agli anni ’50. E chissà pure quanto è stato speso per realizzare tale campagna promozionale.

L’errore in questione, che ha già scatenato l’ironia e l’ira sui Social, riguarda la locandina che appare (o almeno avrebbe dovuto) sulla app del governo mediante la quale i giornalisti, gran parte dei quali saranno stranieri, possono accreditarsi al G7 che si terrà a Taormina il 26 e 27 maggio.

Già, il G7, meeting nato nel 1975 delle sette superpotenze del Mondo. Peccato che siano quasi tutte finite in rovina. Basta vedere chi sono questi sette Paesi che ne fanno parte. Alcuni non avrebbero neanche più il diritto di starci. Ma, soprattutto, occorre guardare i Paesi che ne vengono ancora esclusi. Soprattutto 3, ormai nuove potenze economiche. Vediamo i due aspetti.

CONTINUA A LEGGERE