Al Barclays Center di Brooklyn, a New York , si è svolta la ventinovesima edizione di SummerSlam2016, secondo pay-per-view più importante della WWE.

Il PPV si apre con l’ingresso di Big Cass e Enzo Amore che si sono confrontati con Jericho e il pricefighter Kevin Owens in un Tag Team Match. Un incontro dominato dal team Jeri-ko per la maggior parte del tempo che chiudono il match con una Codebreaker assistita.

Come è andato a finire SummerSlam2016?

Il match successivo ha visto la lotta per il Women’s Champion Title: a difenderlo dall’attacco della Regina Charlotte, la campionessa in carica Sasha Banks. Un match combattutissimo, che ha visto mosse strepitose soprattutto ad opera di Sasha (memorabili l’hurricanrana dal paletto come reverse di una crucifix powerbomb e una Boston Crab con Charlotte incastrata nelle corde) ma che ha visto trionfare la figlia del due volte Hall of Famer grazie ad una delle sue famose mosse astute.

Apollo Crews ha tentato la conquista dell’Intercontinental Championship detenuto da The Miz, presentatosi sul ring accompagnato dalla bella Maryse, nel match successivo. Un incontro molto fisico per lo sfidante, che però ha visto fallire il suo attacco alla corona, grazie anche all’intromissione della moglie del campione in carica.

Nessun titolo in palio nel confronto John Cena/AJ Styles, ma forse qualcosa di più importante al SummerSlam2016. Dopo numerosi scontri, sia verbali che fisici, i due lottatori non si sono risparmiati sul ring, scambiandosi un numero altissimo di mosse ad altissimo impatto. Vince il fenomenale, e Cena scende dal ring lasciando la sua fascia NEVER GIVE UP: un abbandono del mondo del Wrestling o un monito?

Si presenta senza Big E il New Day, che deve difendere i Tag Team Champions Titles contro il The Club. Un incontro interessante, che si conclude lasciando un poco l’amaro in bocca: lo showman Jon Stuart, presente a bordo ring nell’angolo del New Day, si intromette e non permette la vittoria ai due Dottori della WWE, che vengono poi travolti da un furioso Big E che ritorna per vendicarsi dell’infortunio subito proprio per mano del duo Gallows e Anderson.

Scintille già dal suono della campanella tra Ziggler e Ambrose: in ballo il WWE World Champion Title, detenuto dal roster di SmackDown Live. Un match molto fisico, stancante ma poco scintillante, che vede sprecare l’opportunità della vita da parte dello ShowOff. Dean Ambrose si conferma campione.

Il 6 Women Tag Team Match, che ha visto confrontarsi da una parte Naomi, Carmella e Becky Lynch e dall’altra Natalya, Alexa Bliss e una rientrata dopo numerosi mesi di stop Nikki Bella. Un incontro interessante, a tratti tecnico, che si chiude con un Rack attack modificato della gemella Bella su Carmella.

maxresdefaultIl PPV è continuato con la prima sfida in assoluto per il WWE Universal Champion Title, che sarà detenuto dal roster di Raw. Una cintura tutta rossa, quasi uguale a quella detenuta dallo show blu, contesa dal pupillo dell’Authority Seth Rollins e il Demon King Finn Balor. Un match iniziato lentamente, con una fase di studio iniziale che ha portato ad un successivo scambio di tecniche tra i due lottatori meritevole di essere ricordato per molto tempo. Nuovo e primo campione Finn Balor.

La sfida per lo US Title tra il campione Rusev e Roman Reigns, dove in palio c’era anche l’onore della neosposina Lana, è iniziato prima ancora della campanella, finito in rissa e con l’infortunio alle costole del campione in carica. Nessun match, nessun risultato.

Lo show si conclude con il match probabilmente più atteso dell’evento: The Beast Brock Lesnar contro The Viper Randy Orton. Uno scontro molto fisico, che ha visto una predominanza di Lesnar su Orton per quasi tutto il tempo. Finito per KO tecnico, il match ha visto vincente un antisportivo Brock, che ha lesnarortoncontinuato ad infierire su un Randy che sanguinava in maniera importante e che ha inferto una F5 al General Manager di SmackDown Live, Shane McMahon (a Randy Orton saranno applicati 5 punti). Il Summerslam2016 ha dato spettacolo anche questa volta.