Il cucchiaino blocca le bollicine degli spumanti?

La teoria si basa sul fatto che la forma del cucchiaio consente di creare una sorta di "spina" artificiale con l'anidride carbonica che fuoriesce dallo champagne o spumante.

122
cucchiaino blocca le bollicine

Non hai finito la bottiglia e ti hanno detto che il cucchiaino blocca le bollicine dell’amato Prosecco, Champagne o Cremant di turno? Quante volte vi è capitato di mettere il cucchiaino nello spumante? Io personalmente l’ho fatto fino a due giorni fa quando, spinto dalla curiosità, ho fatto una rapida ricerca sull’argomento.

Innanzitutto avete fatto un errore fondamentale: la bottiglia dovete finirla sempre 🙂

Scherzi a parte. Se non finite la bottiglia, le bollicine finiranno per svanire ed il vostro prosecco preferito il giorno dopo non sarà più lo stesso. Da qui la tecnica di mettere la bottiglia in frigorifero con un cucchiaino di caffè infilato nel collo. Questo semplice gesto dovrebbe rallentare la fuoriuscita di anidride carbonica, mantenendo il vino spumante (o la birra) gasato più a lungo.

Ma è vero che il cucchiaino blocca le bollicine?

In realtà si tratta di una leggenda metropolitana delle cui origini non siamo al corrente. Una leggenda che si è sparsa in tutto il mondo tanto che milioni di persone ci credono veramente.

Da dove nasce la teoria che il cucchiaino nello spumante aiuti a conservare le bottiglie di vini spumanti?

La teoria si basa sul fatto che la forma del cucchiaio consente di creare una sorta di “spina” artificiale con l’anidride carbonica che fuoriesce dallo champagne o spumante. La parte concava del cucchiaio “forzerebbe” in qualche modo il gas che sale per sfuggire alla bottiglia a tornare su se stesso. A causa della bassa pressione generata dalla velocità del gas, l’anidride carbonica ritorna al collo della bottiglia, impedendo così al gas ascendete di fluire attraverso la porzione convessa. Questa è la teoria comunemente data per spiegare questa sorta di tecnica miracolosa.

Come possiamo essere sicuri, invece, che questo gesto sia inutile?

Analizziamo nel dettaglio l’effetto del cucchiaino nello spumante. Da un punto di vista più scientifico, il biossido di carbonio contenuto nella bottiglia tende a “sfuggire” al liquido e il processo di perdita aumenta con la temperatura. Per evitare questa inevitabile perdita, sarebbe necessario “re-imbottigliare” il liquido con la stessa pressione con cui è stato imbottigliato in fabbrica. Sarebbe anche utile ridurre la temperatura per rallentare la perdita di anidride carbonica. La prima operazione può essere risolta con un tappo ermetico, ma la sua efficienza è piuttosto rara perché il gas fuoriesce rapidamente attraverso minuscole aperture. Tenere una bottiglia con un tappo ermetico all’interno del frigorifero, tuttavia, riduce significativamente la perdita di anidride carbonica, ma il tempo giocherà contro di voi.

Nel 1995, un gruppo di scienziati del Centre Interprofessionnel du Champagne ha condotto uno studio rigoroso su questo fenomeno.

Gli scienziati presero come campione molte bottiglie della stessa annata, con l’obiettivo di determinare le variazioni di pressione che il gas subiva durante il processo. Sono state considerate tutte le variabili. Alcune bottiglie aperte sono state lasciate senza un cucchiaino. Altre erano coperte con un cucchiaio d’argento mentre altre ancora erano coperte con cucchiaini di metalli diversi. Alcune bottiglie poi sono state chiuse con un tappo normale. Un lotto finale, invece, è stato infine chiuso con un tappo ermetico.

I risultati ottenuti sono senza appello. Solo il tappo ermetico, infatti, manteneva la pressione nella bottiglia e impediva efficacemente la fuoriuscita del gas.

Il cucchiaino blocca le bollicine degli spumanti? La risposta definitiva è no.

Carissimi amanti delle bollicine. Siamo sicuri che un sacco di volte avrete affascinato qualcuno mostrando di essere esperti grazie alla tecnica del cucchiaino nello spumante. Peccato che vi siete affidati ad una bufala triste. D’altronde se avrete, come immaginiamo, provato a riprendere quella bottiglia qualche giorno dopo vi sarete senza dubbio accorti che il sapore non era più lo stesso. Cosa si può fare dunque? L’unica soluzione, se non volete finire la bottiglia, è di comprare uno di quegli strumenti per richiudere le bottiglie in maniera ermetica. Non so se ne vale la pena, a meno che di spumante voi ne beviate davvero tanto oppure siete proprietari di un locale.