Derby della mado-cina in Coppa Italia: Gattuso respira

Un derby privo di grandi emozioni con polemiche legate alla VAR

193

Ebbene si il derby che una volta vedeva Silvio Berlusconi contro la famiglia Moratti ora è lo scontro tra cinesi. Ovvero Zhang Jindong proprietario dei nerazzurri e Li Yonghong.

L’italianità fa sempre più fatica ad essere rappresentativa tra giocatori di compagini straniere e proprietari che vengono sempre più da lontano. Ma veniamo al risultato di questa sera,  quarti finale di Coppa Italia. Si trattava di un dentro fuori per il neo-allenatore del Milan, Gattuso e di un tentativo di risposta per l’Inter di Spalletti, dopo due brutte battute di arresto in campionato. Insomma un momento no per entrambe le compagini.

Il risultato? Una partita tutto sommato vivace ma priva di grandi spunti da entrambe le parti. Vince il Milano 1 a0 con goal di Cutrone realizzato durante il primo tempo supplementare. Al di la del risultato vorrei porre l’attenzione su alcun punti interessanti di questo match che mi diverto a definire derby della mado-cina e non più della madonnina.

In porta gioca Donnarumma.

Nulla di strano direste, se non che il Donnarumma in questione è il fratello più grande: Antonio. Il destino mette Ko sia Gianluigi che Marco Storari. Il fato vuole che il fratello di “Gigio” portato al Milan dopo delle negoziazioni imbarazzanti per un campionato di serie A, riesce a giocare la sua prima partita ufficiale. L’inizio non è dei migliori visto che esordisce con un brutto intervento al limite dell’autogoal. Fortunatamente per lui, e con qualche polemica, viene annullato a seguito di ispezione della VAR.

Il goal è in netto fuorigioco.

Ci chiediamo per quale motivo questa benedetta VAR, utilissima, non venga visionata ad ogni goal. Come è possibile, e non sono né interista né milanista, che al primo goal venga utilizzata per annullare con dubbio e quando c’è un fuorigioco evidente l’arbitro decida che non è il caso visualizzare la VAR? Nutro dello scetticismo perché non è la prima volta in questa stagione che noto dei comportamenti a doppio senso su episodi simili. Insomma le regole devono essere cambiate. Ogni goal deve essere visionato alla VAR a mia opinione.

Crisi inter?

Dalle stelle alle stalle per in nerazzurri. Due settimane fa erano clamorosamente primi in classifica. Oggi sono alla terza sconfitta consecutiva e all’eliminazione dalla Coppa Italia. Non dormirà sonni tranquilli il povero Spalletti.

Rinascita Milan?

Sicuramente un respiro di sollievo per Bonucci e compagni ma ancora la strada è molto lunga. Resta una partita positiva dal punto di vista del carattere. Il Milan, infatti ha a lungo chiuso l’Inter nella propria metacampo, e pur non creando tantissime occasioni, la nota positiva è non aver subito goal. Una partita ed una qualificazione che da morale alla squadra e pone le basi per una ripresa. Si conferma, in ogni caso, che senza dei rinforzi dal mercato di Gennaio, difficilmente i rossoneri potranno competere con le squadre di testa. Kalinic continua a sembrare un fantasma e Kessie non sembra all’altezza della situazione. E’ sopratutto l’attacco la zona nella quale il Milan sembra aver bisogno di aiuti.

Che cosa ne penseranno Silvio Berlusconi e Massimo Moratti?