Nulla è per caso. Nel centro storico di Bologna, passando per Via Fandazza nel mese di febbraio dell’anno 2014, la mia attenzione è stata captata,oserei dire, rapita da una strana mostra dal titolo “I volti di Via Fondazza” (una strada che i più ricordano per il pittore Giorgio Morandi).

Una manifestazione di appartenenza o un modo strano di comunicare? Incontrando uno di loro, scopriamo con stupore che Via Fondazza è la prima social street nata in Italia (qualche primato non guasta!!!!) ossia “uno dei più interessanti laboratori di innovazione sociale del momento”.

Via Fondazza

Ma cos’è una SOCIAL STREET?

E’ un gruppo di persone che vivono nello stesso posto e che hanno scelto, per uscire dall’anonimato e dare vita al buon vicinato, di socializzare, di scambiarsi informazioni, competenze e di fare delle cose insieme. Ma come è possibile questo “miracolo” in un mondo malato di egoismo, dove il noi e sostituito dall’io che a sua volta sostituisce Dio?

Facebook, un social network, usato a rovescio: basta un gruppo chiuso per allargare gli orizzonti!

E si è passati da “Residenti in Via Fondazza” a Lisbona, Santiago del Cile, Croazia, Nuova Zelanda e Tricase- Centro storico Social Street-.

Si tratta di quel fantastico paese aderente al club dei borghi autentici d’Italia, il cui territorio ricade nel Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase.

Una creativa, esperta in comunicazione, Manuela Baglivo, dopo aver peregrinato per l’Italia e vissuto per anni di solitudine, di “spaesamento” al ritorno dai suoi viaggi di lavoro e ricordando i lunghi pomeriggi trascorsi dalla vicina della nonna, giocando al gioco della campana con un vecchio e consunto tacco, ricamando fazzolettini per il “moroso” o scambiandosi confidenze o pregando…., ha aperto il Gruppo Facebook “Centro Storico . Tricase” e contemporaneamente ha pensato di appendere sul portone di casa un volantino.

Dopo circa 2 mesi di diffidenza, oggi il gruppo conta 120 persone che insieme rendono visibile, fruibile il centro storico con piccoli e semplici interventi come pulire il pezzo di strada davanti alle case, piantare fiori, arricchire i propri balconi, tinteggiare con prodotti bio alcune pareti o aiutare gratuitamente, il solito Lucignolo e il Pinocchio di turno, a superare le difficoltà scolastiche con ripetizioni di latino, inglese o matematica.

Manuela has a dream “E che magari un poco alla volta riusciamo a cambiare anche la politica ( da p a P)”.

Francesco Amendola