Una considerazione diretta a Indecisi e Astensionisti Italiani

In vista del 4 Marzo 2018, un messaggio agli indecisi e soprattutto a non votanti.

142

Sei anche tu tra gli Indecisi e Astensionisti Italiani?Abbiamo l’onore di vivere nel Paese più bello del Mondo. Da tutti magnificato e invidiato. Fino a poco tempo fa anche tra i più ricchi.

Infatti il Made in Italy primeggiava nel firmamento mondiale con i prodotti di punta: Moda, enogastronomia, prodotti unici e originali, bellezza e attrattività. Oggi poco è rimasto. Tanto si è perduto e solo qualche eroe lavora e produce.

Cosa è cambiato Vi chiederete.

Diciamo che non siamo più padroni in casa nostra. Abbiamo subito negli ultimi anni un’immigrazione selvaggia voluta dal falso buonismo di sinistra per cui ci sono tante mafie degli immigrati tra cui la più rilevante è quella nigeriana che controlla droga, prostituzione, armi, rapine e omicidi.

Ma non solo!

Leggi inique hanno ridotto lo sviluppo dell’edilizia e delle imprese con tassazioni elevate. Di conseguenza gli imprenditori hanno scelto di spostarsi in Paesi dove ci sono agevolazioni fiscali e condizioni economiche migliori. Ciò ha ridotto l’occupazione ed il benessere degli Italiani con la chiusura di tante attività economiche e commerciali e con l’aumento dell’emigrazione dei nostri giovani. Vi spiegate perché Paesi in sofferenza fino a poco tempo fa come l’Albania, la Polonia l’Irlanda oggi sono in espansione e addirittura attirano i nostri giovani con agevolazioni e contributi che gli forniscono il giusto apporto per eccellere. Quindi politiche sbagliate e un fisco opprimente che non permette di svolgere attività professionali e imprenditoriali con giuste remunerazioni hanno permesso al nostro Paese di conquistare il triste primato tra le ultime posizioni nel mondo sviluppato.

Oggi bisogna capire che è possibile cambiare, come hanno fatto tanti Paesi a cui ci rivolgiamo stupiti e stupefatti per le loro imprese rivoluzionarie di essere uscite dalla povertà e aver attratto con le loro politiche Imprese e professionisti.

Bisogna esaminare attentamente i programmi politici e capire chi vuole effettivamente riportare Lavoro, Sicurezza, Produzione e benessere.

E soprattutto non astenersi dal voto perché ciò porta benefici solo a chi è interessato a mantenere i privilegi attuali.

Oggi bisogna votare per chi propone le stesse leggi che hanno cambiato la storia di tanti Paesi.

La Flat tax, che in tutti i paesi dove è stata introdotta ha prodotto una forte crescita dell’economia, realizza una diminuzione delle tasse con conseguente maggiore disponibilità economica e possibilità di intraprendere più agevolmente con conseguenti maggiori posti di lavoro.

Decontribuzione e detassazione per 6 anni delle nuove assunzioni per agevolare il lavoro, facendo diventare molto più conveniente per le aziende l’assumere un giovane disoccupato.

Sicurezza nelle strade con i poliziotti di quartieri.

Blocco della immigrazione clandestina e rimpatrio degli illegali.

Bisogna valutare bene questo programma che porterà sicuramente ad una rivoluzione con in cima il problema della disoccupazione giovanile che va risolto per rilanciare il Paese.

Per realizzare questo cambiamento è il programma del centro-destra che garantirà benessere e sviluppo.

Quindi se sei tra gli indecisi e astensionisti italiani non ti fermare: vota con convinzione per il bene della tua famiglia e dell’Italia.