Guida per il regolabarba

511

Oggi sempre più uomini, preferiscono portare la barba lunga, oppure non radersi completamente.

Questa scelta apporta benefici per la pelle, in quanto il passaggio continuo della lametta, può provocare irritazioni, follicolite e dermatite. Anche i dermatologi sconsigliano l’uso della lametta e incentivano all’uso del regolabarba.

Questo strumento è molto facile da usare e sul mercato ci sono tanti modelli, per ogni esigenza.

Come si usa il regolabarba?

Prima di iniziare ad usare un regolabarba, è bene seguire alcuni consigli:

  • lavare il viso con acqua calda
  • se il regolabarba è resistente all’acqua, è bene lasciare la barba umida, altrimenti asciugare il volto.
  • il regolabarba va passato nel verso di crescita del pelo, soprattutto se la barba è lunga
  • bisogna scegliere il pettine della lunghezza desiderata
  • si inizia sempre dalle zone da rifinire, andando verso quelle più folte
  • alla fine dell’uso del regolabarba, si sciacqua il viso con acqua fredda
  • si applica una lozione dopobarba, pur non avendo usato la lametta
  • si eliminano i peli dalle lame e si sciacqua là dove è possibile

Il momento della giornata più indicato per farsi la barba, è la mattina perché in questo arco della giornata, la pelle e i muscoli del viso sono più rilassati. Questo è molto importante, soprattutto per chi porta la barba più corta.

Prima di iniziare è bene sciacquare il viso con acqua calda perché questa ha un effetto emolliente. Se il regolabarba è resistente all’acqua, ancora meglio perché la barba può rimanere umida e permette un taglio più facile e delicato. Alcuni regolabarba possono essere usati anche sotto la doccia. Di solito questi possono essere usati anche per i peli del corpo.

Se i peli della barba sono particolarmente lunghi, per sfoltire si consiglia di passarlo dall’alto verso il basso, seguendo il verso di crescita del pelo. Invece se i peli sono corti, è bene usarlo contropelo.

Una volta terminato il lavoro di sfoltimento e rifinitura, sciacquare il viso con acqua fredda è fondamentale per facilitare la chiusura dei pori, diminuendo il rischio di infezioni e irritazioni.

Nelle zone in cui il taglio è stato fatto a pelle, si consiglia di applicare una lozione o crema dopobarba, priva di alcol. Molto raramente, ma può succedere quando si fa troppa pressione, di causare qualche graffio o ferita. Questo può succedere se il regolabarba viene inclinato male.

Quando la barba è troppo lunga e la si vuole accorcciare, bisogna procedere per gradi. Quindi si usano più misure intermedie fino a raggiungere la lunghezza desiderata.

Un regolabarba è sempre indispensabile per l’uomo che si prende cura di sè stesso. Esso viene chiamato anche trimmer ed è molto apprezzato dalla moda maschile. Il suo funzionamento è simile a quello del tagliacapelli. Il fattore che li differenzia è il fatto che quest’ultimo è studiato per tagliare peli più sottili e ha una regolazione della lunghezza diversa. Il regolabarba grazie alla sostituzione dei pettini, permette di avere lunghezze diverse per uno styling sempre ordinato e omogeneo. Oggi il look con barba e baffi è di tendenza ed oltre l’uso dei pettini, il regolabarba usato con la lama, permette un’alta precisione per definire basette e spigoli.

Per acquistare un regolabarba di qualità, bisogna tenere conto di alcune caratteristiche:

  • il numero di pettini, per avere tante regolazioni di lunghezza
  • le lame in acciaio inossidabile hanno una vita più lunga e permettono tagli di precisione
  • i regolabarba con la funzione cordless, permettono la libertà di movimento
  • i regolabarba professionali sono leggeri e maneggevoli