Ragazza di fiume di Sebastiano Impalà

49

Ti scrivo questa canzone
adesso che ho voglia di farlo,
la incido su un foglio a quadretti,
la invio ai tuoi occhi fiammanti.

Ragazza che sempre sorridi
allunga la mano e protendi
quel gemito assorto e potente
che tieni nel petto da tanto.
Illuditi che il vento ti ascolti,
in notti stellate e cadenti,
negli umili versi d’un uomo
che spera di viverti accanto.

Son giorni, mesi e poi anni
che voglio baciar la tua bocca,
ma muri di legno si oppongono
ai nostri sperati momenti.

Creatura che dentro rimbombi,
aspettami, un giorno, sul fiume
bagnata da tristi misteri
guadando le stelle del tempo.

(@Sebastiano Impalà-Inedita-2017-All rights reserved)
Art: Vincent Van Gogh