Cos’è una rosa senza spine?

Ridi se hai il coraggio di cambiare, ridi al dolore e fallo spaventare, ridi a te stesso quando fallisci, guarisci rialzandoti, guarisciti amandoti.

53

Cos’è una rosa senza le sue spine? E cos’è una vita senza i suoi dolori? Cos’è un amore senza i suoi turbamenti? Ed un cielo senza i suoi venti? Cos’è un mare senza le sue onde? Ed un fiume senza le sue sponde? Cos’è un cuore senza passione?

Ed un’anima senza collocazione?

Se fossi una rosa perchè pungo non chiederei perdono, la mia bellezza, il mio stelo lungo sono già un dono. Anche la vita è un dono, pur con le sue amarezze, pur quando è breve, pur se non ha certezze. In salute e malattia va portata avanti, fino all’ultimo respiro dalla morte siam distanti. Il dolore non è una punizione, ha sempre una ragione che il tempo ricompone. Il coraggio è volontà di superare i propri limiti, il coraggio è libertà di mostrare i propri lividi.

Ridi se hai il coraggio di cambiare, ridi al dolore e fallo spaventare, ridi a te stesso quando fallisci, guarisci rialzandoti, guarisciti amandoti.

Sperando nel futuro ma vivendo il momento, accettando il tuo corpo e il suo cambiamento. Il tempo trasforma, il dolore matura e rafforza, la felicità è una conquista e non un atto di forza. La felicità si può provare anche nel dolore, lo sa chi ha conosciuto bene la sofferenza vera, basta una piccola cosa ed il miracolo si avvera.

Sono persone speciali che al dolore han messo le ali, son persone rare che han speranza da donare.

Che la morte hanno sconfitto col coraggio della vita, glielo leggi negli occhi, finchè c’è sguardo non è finita. Uno sguardo penetrante, un sorriso incoraggiante, una vita trasparente, specchio per la gente. Gente che s’arrende alla prima partita, gente che per loro è già finita, gente che avrebbe tanto da imparare, da chi ha la vita appesa ad un filo ma non si lascia andare.

Perchè il mondo, la vita, avranno anche le spine, ma finchè posso vedere la bellezza della rosa non do chiusa la partita.