In uno spazio vuoto in cui non vedo luce dove tutto è scuro
immergo la mia mente in riflessioni che gettano tristezza alla mia anima
scorrono le pagine del mio libro e vedo immagini di nubi minacciose
leggo parole di sconforto, di emozioni logore bruciate e ridotte in cenere.

Sono qui in uno spazio vuoto, in un giorno in cui non è sorta l’alba, il mattino è triste.
In uno spazio vuoto in cui il tempo si è fermato,
il silenzio, l’angoscia, la paura mi paralizzano e mi fanno male.
In un momento di silenzio in uno spazio vuoto la luce è venuta a mancare
e io come cieca non vedo più, tutto pare fermarsi.

Sono solo ricordi, ricordi brutti di pianto di tristezze passate,
di visi che non ci sono più, a me cari.
Mi scuoto e corro verso la finestra in un mattino di cielo pulito e di sole.
Apro le imposte e respiro la brezza fresca,
il canto dell’usignolo.

Mi rallegra.

Guardo le rosse rose sbocciate nel mio grande giardino
e il loro profumo giunge alle mie narici.
Una musica dolce arriva, guardo in alto lassù,
le nuvole scure non ci sono più,
è stato solo un attimo in uno spazio di tempo vuoto
in cui il libro della mia vita ha fatto scorrere le pagine tristi,
solo in un attimo di spazio vuoto!

@Romana Anna Tonioli

tutti i diritti riservati@