Studentessa a Romano Prodi senza freni. Pubblichiamo il video e l’intervento della studentessa di Rethinking Economics Bologna indirizzato al “Professore”. Parole forti da parte del mondo dei giovani che non ha voglia di stare in silenzio e cancellare la memoria.

di Cristina Re.

“Salve professore, Sono Cristina di Rethinking economics Bologna e la ringrazio per aver accettato il nostro invito. Detto ciò, però, questo è l’unico ringraziamento che mi sento di farle. Mi permetta di rubarle due minuti
Le parlo come componente di quella che viene definita “Generazione Erasmus”. Eccola qui, la generazione Erasmus: una generazione nata e cresciuta all’interno dell’Unione Europea ed educata con la favola di un’Europa di cooperazione e obiettivi comuni, di uno spazio in cui viaggiare liberamente ed educarsi alla diversità. Un luogo di pace, prosperità e libertà.

La favola della nuova generazione Europea di studenti colti, aperti e con alta mobilità si scontra però con la realtà, ossia con la generazione dei disoccupati e dei lavoratori poveri.

Vuoi conoscere le parole della studentessa a Romano Prodi e vedere il video?

Continua a leggere qui