Amore di plastica. Addio per sempre amato Cotton Fioc

49

Un amore di plastica che sta per finire. L’Europa ha, infatti, preso una decisione importante. Entro il 2021 stop alla produzione e vendita delle plastiche monouso, per contribuire alla lotta contro l’inquinamento del mare.

L’Italia non sta a guardare e ha introdotto dal 1° gennaio 2019 il divieto alla produzione e commercio dei cotton fioc non biodegradabili. Questo si va ad aggiungere alla legge introdotta l’anno scorso che ci obbliga ad usare le borsette biodegradabili (bioshopper) per la spesa.

Grazie a queste norme il nostro paese si pone al primo posto in Europa per la lotta all’inquinamento ambientale. Sicuramente non bastano le buone leggi, ci vuole anche impegno civile nel dare forza ai buoni intenti, con la nostra educazione verso l’ambiente.

Sono passati più di 150′ anni dalla scoperta della plastica, e adesso ci dobbiamo confrontare con l’impatto ambientale che lo smaltimento di questo materiale comporta.La causa principale, sono le nostre cattive abitudini, che ci portano a buttare i rifiuti senza differenziare, soprattutto a lasciare in giro quei piccoli oggetti, che poi pensiamo che con il tempo si decompongano.

Amore di plastica in Europa

L’Europa è il secondo produttore di plastica mondiale, e da quando la Cina (prima produttrice) non compra più i rifiuti plastici per riciclarli, ha dovuto ricorrere ai ripari. Ecco dunque le nuove regole che impongono lo stop dal 2021 alla produzione di plastica monouso(piatti posate cannucce ecc.).Mentre si potenzierà il riciclo per le bottiglie in Pet per contenere bevande.

Amore di plastica in Italia

L’Italia è un paese circondato dal mare, e la bellezza delle nostre spiagge sono conosciute in tutto il mondo. La salute per noi e il nostro turismo sono fondamentali.

Se anche voi vivete un amore di plastica e volete saperne di più sul futuro della plastica in Italia e nel mondo … Continuate a leggere