Brezel: la ricetta originale del pane tedesco

Questo gustosissimo pane in Germania viene gustato insieme a grandi boccali di birra o altre ricette della cucina tedesca.

123

Il Brezel (chiamato anche Bretzel o Prezel) è un pane dalla tipica forma annodata, dalla crosta croccante e dal colore ambrato di origine alsaziana. E’ molto diffuso nei paesi del Nord Europa come Germania e Austria, ma anche Svizzera e Trentino Alto Adige.
Se ci si reca nei paesi sopra citati è possibile acquistarlo in qualsiasi panificio o durante ogni Festa della Birra e manifestazione.
A Monaco di Baviera viene organizzato il famosissimo Oktoberfest, dove questo gustosissimo pane tedesco viene gustato insieme a grandi boccali di birra o altre ricette della cucina tedesca.

È delizioso da solo oppure abbinato a salumi e formaggi, specialmente con quelli fusi (con la raclette diventa un connubio irresistibile).

Non è inoltre raro trovare i bretzel al burro, che può essere incluso nell’impasto oppure spalmato direttamente sulla superficie o all’interno.
Quest’ultima versione è decisamente più sostanziosa e apporta molte più calorie della tradizionale, ma viene decisamente apprezzata da molti consumatori tedeschi, di gran lunga abituati ai cibi ricchi di grassi.
Per quanto riguarda la sua forma caratteristica, è costituita da un anello con le estremità incrociate a mò di otto, che richiede anni di esperienza per realizzarla perfetta.
I fornai più esperti eseguono un movimento molto veloce in poco meno di un secondo e vederli all’opera è un vero spettacolo.

Inoltre, prima della cottura, i brezel vengono immersi per qualche secondo in una soluzione di acqua bollente e soda caustica, spesso sostituita dal bicabonato di sodio.
Questo procedimento, conosciuto con il nome di Laugengebäck, garantisce loro un aspetto lucido e invitante.

Storia del Brezel

Le origini che parlano della nascita del brezel sono diverse tra loro, poiché esistono numerose leggende popolari, una delle quali parla di un monaco italiano, il quale ideò questa simpatica merenda nel 1610 come premio per tutti i fanciulli che imparavano a memoria versi e preghiere: il suo nome antico era infatti pretiola, ossia piccola ricompensa.
Il Brezel ha anche un significato religioso per via degli ingredienti, delle braccia incrociate e dei tre buchi.
La ricetta del brezel semplice prevedeva infatti l’utilizzo di sola acqua e farina, che ne permetteva il consumo anche durante la Quaresima, quando non erano consentiti strutto, uova o latte.

La forma incrociata sta a significare sia un abbraccio che la possibilità di appenderli ad una cordicella, mentre i tre buchi indicano la Santissima Trinità.

Ricetta Originale Tedesca del Brezel

La ricetta originale del brezel non prevede più solo acqua e farina, alla quale sono stati aggiunti altri ingredienti per renderlo più gustoso. Possono essere consumati semplici oppure farciti per diventare dei succulenti piatti unici. Nel 1710 questi prodotti da forno si sono diffusi anche negli Stati Uniti d’America per via dell’immigrazione tedesca.

Ingredienti del Brezel

Se si desidera preparare dei Brezel a casa, ecco la lista degli ingredienti

– 250 ml di acqua tiepida;
– 500 gr di farina tipo 0 (grano tenero);
– 2 cucchiaini di sale;
– 30 gr di burro;
– 1 cucchiaino di zucchero;
– 25 gr di lievito di birra;
– sale grosso;
– Pasticche di NaOH (si trovano in farmacia) oppure 3 cucchiai di bicarbonato di sodio.
Se si utilizza la soda caustica bisogna utilizzarne 30 gr per ogni litro d’acqua.

Preparazione

Si parte innanzitutto dalla preparazione della soluzione con acqua e bicarbonato o NaOH.
Se si decide di utilizzare quest’ultimo bisogna sapere che è una sostanza altamente ustionante, pertanto seguire alla lettera le seguenti istruzioni:
prendere una ciotola in acciaio o vetro, riempirla d’acqua e sciogliere le pastiglie mescolando con un cucchiaio d’acciaio, evitando accuratamente schizzi o contatti con altri cibi.
La soluzione con acqua e bicarbonato è decisamente più semplice: basta infatti scioglierlo in una ciotola e lasciar riposare per circa 30 minuti.
Per quanto riguarda l’impasto, far sciogliere il lievito di birra sbriciolato e lo zucchero in un bicchiere d’acqua tiepida, lasciando riposare per circa un quarto d’ora.

Passato il tempo inglobare il burro morbido, la farina e il sale, lavorando a lungo l’impasto (è pronto quando non si attacca più alle mani).
Coprire la ciotola con pellicola trasparente e lasciar lievitare per circa 40 minuti.
Ricavare dei filoni lunghi circa 50 cm, dare loro la tipica forma del Bretzel, lasciarli riposare a temperatura ambiente per 20 minuti per poi farli raffreddare in frigo per circa un’ora.
Tuffare i Brezel nella soluzione di NaOH (facendo attenzione a non entrare in contatto utilizzando un mestolo forato) o di bicarbonato per circa 10 secondi, scolarli e adagiarli su un canovaccio per assorbire l’acqua in eccesso.
Inciderli nella parte più spessa, cospargerli di sale grosso e farli cuocere in forno già caldo a 200° per 20-25 minuti.

Buon appetito!